Home Articoli HP Sciopero Gtt, a Torino sospesa la Ztl centrale

Sciopero Gtt, a Torino sospesa la Ztl centrale

SHARE
Sciopero Gtt, a Torino sospesa la Ztl centrale
Sciopero Gtt, a Torino sospesa la Ztl centrale
Tempo di lettura: 2 minuti

Sciopero Gtt, a Torino sospesa la Ztl centrale, ma restano in vigore le solite limitazioni

Come di consueto, in vista dello sciopero Gtt, a Torino sarà sospesa la Ztl centrale.
Sciopero Gtt, a Torino sospesa la Ztl centrale
Sciopero Gtt, a Torino sospesa la Ztl centrale
L’agitazione del settore del trasporto pubblico locale, indetto dall’organizzazione sindacale Faisa – Cisal, è in programma per domani, mercoledì 24 luglio.
Si tratta di uno sciopero nazionale che, quindi non coinvolgerà solo il gruppo Gtt a Torino, ma anche le altre aziende del trasporto pubblico locale di altre città italiane.
Le limitazioni previste tra le ore 7.30 e le 10.30 nella Ztl Centrale saranno sospese.
Tuttavia, resteranno in vigore i divieti previsti nelle vie e nelle corsie riservate al trasporto pubblico, nelle zone pedonali, nella Ztl Area Romana e Valentino.

I dettagli dello sciopero


Il servizio urbano, suburbano e la metropolitana non sarà garantito nelle seguenti fasce orarie:
– Servizio urbano, suburbano e metropolitana dalle ore 18.00 alle 22.00;
– Autolinee extraurbane e Servizio Ferroviario (Smf1 – Canavesena e smfA – Torino – Aeroporto – Ceres) dalle ore 18.00 fino a fine turno.
Verrà garantito il completamento delle corse in partenza e tornare l’orario di inizio dello sciopero.
Il personale viaggiante, autisti e controllori Gtt e gli addetti alla metropolitana, incroceranno le braccia dalle 18.00 alle 22.00.
Il personale addetto alla biglietteria, invece, si fermerà dalle ore 15.18 alle 19.18.
Per quanto riguarda il personale delle linee Sfm1 (Chieri – Rivarolo Canavese) e Smf A (Torino – Ceres) si fermerà dalle ore 18.00 fino a fine turno.
Il resto del personale incrocerà le braccia nelle ultime quattro ore di lavoro oppure secondo la ripresa del proprio turno.
A scioperare non sarà solo il personale di Gtt, ma anche quello di Canova, dalle 18.00 alle 22.00, e quello di Sadem, dalle 15.00 alle 19.00.
Il personale di Infra.To e 5T, invece, si fermerà le ultime quattro ore del proprio turno.

I motivi dello sciopero

Nonostante lo sciopero sia nazionale, le ragioni che spingono il personale Gtt hanno radici nel piano industriale dell’azienda del trasporto pubblico torinese mira a mettere in atto.

L’oggetto dell’azione di protesta è sempre il medesimo: il piano industriale che l’azienda mira a mettere in atto. Dagli ambienti di coloro che hanno spinto per lo sciopero, come per gli altri precedenti, filtrano motivazioni di malcontento come il taglio dei costi e del personale, che provocherebbero ulteriori danni al funzionamento del servizio.
Le prestazioni del trasporto pubblico locale, dunque, nei prossimi tre anni ne risentirebbero sensibilmente e in maniera molto negativa.
Dunque, nella giornata di mercoledì 24 luglio i pendolari e gli utenti Gtt saranno costretti ad affrontare una nuova giornata di disagi.


Commenti

Correlato:  Sanità, in Piemonte addio al ticket sui farmaci: non si pagherà più