Home Articoli HP Linea metro 2 di Torino, incontro tra Cirio e Toninelli a Roma:...

Linea metro 2 di Torino, incontro tra Cirio e Toninelli a Roma: sbloccati i fondi per l’opera

SHARE
Linea metro 2 di Torino, incontro tra Cirio e Toninelli a Roma: sbloccati i fondi per l'opera
Linea metro 2 di Torino, incontro tra Cirio e Toninelli a Roma: sbloccati i fondi per l'opera
Tempo di lettura: 2 minuti

A Roma si è tenuto il vertice tra il governatore del Piemonte Alberto Cirio e il Ministro dei Trasporti e delle Infrastrutture Danilo Toninelli: sbloccati I fondi per il progetto di fattibilità della linea metro 2 di Torino

Buone notizie per la linea metro 2 di Torino.
Linea metro 2 di Torino, incontro tra Cirio e Toninelli a Roma: sbloccati i fondi per l'opera
Linea metro 2 di Torino, incontro tra Cirio e Toninelli a Roma: sbloccati i fondi per l’opera
Alcuni giorni fa si è tenuto a Roma il vertice tra il governatore del Piemonte Alberto Cirio e il Ministro dei Trasporti e delle Infrastrutture Danilo Toninelli.
Per quanto riguarda Torino, nell’incontro si è parlato della linea 2 della metropolitana cittadina, ma anche del completamento della linea 1.
 
La Regione ha verificato la conferma delle risorse per il completamento della linea 1 e per il progetto di fattibilità della linea 2. L’ultimazione del progetto da parte del Comune di Torino è in programma per il prossimo mese di ottobre. 
 
Non si è parlato solo di metro, ma anche di Ztl, trasporto pubblico e nodo ferroviario. 
 
A livello regionale, invece, Cirio e Toninelli si sono confrontati su infrastrutture molto importanti come l’autostrada Asti-Cuneo, la Pedemontana, il Colle del Tenda, la Statale 34 del Lago Maggiore, il nodo ferroviario di Novara e il Terzo Valico

Il progetto

 
Nello scorso mese di aprile Systra, l’azienda aggiudicataria del bando per il progetto preliminare della linea 2 della metro, aveva annunciato un’opera di dimensioni mastodontiche sotto tutti i punti di vista. 
 
La nuova linea di trasporto sotterraneo cittadino,  infatti, avrà bisogno di un investimento di circa 4 miliardi di euro per  essere  costruita.

Il percorso

 
Il tracciato si snoderà lungo un itinerario di 26 chilometri e mezzo, che comprenderanno ben 33 fermate. Partirà dalla stazione Anselmetti a sud e da Rebaudengo a nord, per poi allungarsi a sud-ovest fino a Orbassano e, a nord-est, a San Mauro. Proprio il passaggio in direzione nord-est sarà possibile grazie a una deviazione da via Bologna.
La linea 2 della metro di Torino fermerà in piazza Santa Rita, giungerà presso lo stabilimento FCA di Mirafiori e arriverà fino al Politecnico. Avrà modo di incrociarsi con la linea 1 in corrispondenza della stazione di Porta Nuova.
La fermata del centro storico sarà realizzata sotto piazza Carlo Alberto. Dal centro si passerà ai Giardini Reali, per toccare anche la frequentatissima zona del Campus Einaudi.
Arrivando in zona nord, i treni attraverseranno via Bologna e l’ex trincerone, per giungere nei pressi dell’ospedale San Giovanni Bosco. Dal bivio CimarosaTabacchi avrà origine la deviazione che condurrà in direzione area industriale di Pescarito e San Mauro.
In questa opera saranno fondamentali gli interscambi con il Servizio Ferroviario Metropolitano delle stazioni Zappata, Porta Nuova e Rebaudengo. Saranno inoltre realizzati parcheggi di interscambio presso le stazioni di Orbassano (con quasi mille posti auto), Anselmetti (circa 650 stalli per le vetture), San Mauro Aosta (quasi 250 parcheggi), San Mauro Piemonte/Pescarito (circa 2mila posti auto) e Rebaudengo.
I lavori saranno avviati nel 2022. Stando alle previsioni  dell’azienda, i tempi per la realizzazione  avranno una durata di 7 anni. Pertanto, passerà ancora tempo fino al 2029  per poter usufruire di questo servizio.
Correlato:  Torino "Moschee aperte" 11 giugno: apertura dei centri di culto


Commenti