Home Articoli HP Torino, dal 2020 si tornerà a navigare sul Po: in arrivo un...

Torino, dal 2020 si tornerà a navigare sul Po: in arrivo un battello da Venezia

SHARE
Torino, dal 2020 si tornerà a navigare sul Po: in arrivo un battello da Venezia
Torino, dal 2020 si tornerà a navigare sul Po: in arrivo un battello da Venezia
Tempo di lettura: 2 minuti

Torino, dal 2020 si tornerà a navigare sul Po: in arrivo un battello da Venezia che sostituirà Valentino e Valentina, mentre il nuovo imbarco sarà ai Murazzi

Torino, dal 2020 si tornerà a navigare sul Po.
Torino, dal 2020 si tornerà a navigare sul Po: in arrivo un battello da Venezia
Torino, dal 2020 si tornerà a navigare sul Po: in arrivo un battello da Venezia
A dare l’annuncio sono stati i vertici di Gtt nella giornata di ieri, mercoledì 17 luglio, nel corso della seduta della Commissione Controllo di Gestione a Palazzo Civico.
I battelli gemelli Valentino e Valentina, travolti dalla violenta piena del fiume del novembre 2016, saranno sostituiti da un battello di 100 posti che arriverà dagli stretti canali dell’incantevole Venezia.
Per portare avanti questo progetto si è partiti da una valutazione fondamentale, ossia l’impossibilità di portare sul Po mezzi troppo ingombranti.
Dunque, si è optato per imbarcazioni più piccole e leggere. Di fatto, queste sono trasportabili con la gru in caso di eventi atmosferici importanti come l’alluvione di tre anni fa.
Per la prossima estate si adotterà una soluzione temporanea data dall’affitto del battello veneziano.
Di fatto, il nuovo battello ha un peso di 20 tonnellate, mentre Valentino e Valentina pesavano 50 tonnellate a testa.
Infatti, l’imbarcazione ha tutte le caratteristiche ricercate.
Nello specifico ha un motore sufficientemente potente per resistere alla corrente del fiume, ma che non solleverà eccessive onde per consentire lo svolgimento in sicurezza delle attività dei circoli remieri.
L’obiettivo è dotarsi di un’imbarcazione di tipo elettrico. Per questo si sta già lavorando con il Ministero dell’Economia per finanziare l’acquisto.
Prima di riprendere la navigazione turistica sul fiume bisognerà realizzare un nuovo imbarco, il quale verrà realizzato nei pressi del ponte della Gran Madre
 
I lavori cominceranno entro fine anno. 
 
Il costo complessivo dell’intervento è di 30mila euro. 

Che fine faranno Valentino e Valentina?

 
Per quanto riguarda la sorte di Valentino e Valentina, il primo verrà valutato e messo in vendita, mentre la seconda sarà rottamata.
 
Dunque, un piccolo ritorno alla normalità per i torinesi che potranno tornare a navigare sulle acque del Po


Commenti

Correlato:  28 aprile 2014: Christian Greco direttore del museo Egizio di Torino