Home Articoli HP Maxi sequestro di surgelati a Torino: i prodotti mal conservati erano destinati...

Maxi sequestro di surgelati a Torino: i prodotti mal conservati erano destinati a supermercati e negozi

SHARE
Maxi sequestro di surgelati a Torino: i prodotti mal conservati erano destinati a supermercati e negozi
Maxi sequestro di surgelati a Torino: i prodotti mal conservati erano destinati a supermercati e negozi
Tempo di lettura: 1 minuto

Maxi sequestro di surgelati a Torino: i prodotti erano mal conservati, in quanto la temperatura era di 10 gradi al di sotto della norma, ed erano destinati a supermercati e negozi

Grazie all’operazione “Freddo Sicuro” è stato possibile effettuare un maxi sequestro di surgelati a Torino.
Maxi sequestro di surgelati a Torino: i prodotti mal conservati erano destinati a supermercati e negozi
Maxi sequestro di surgelati a Torino: i prodotti mal conservati erano destinati a supermercati e negozi
I controlli sono stati fatti sulla tangenziale di Torino per verificare il corretto trasporto delle merci alimentari.
Ad intervenire, in via sperimentale, è stato un gruppo multidisciplinare composto da Polizia StradaleReparto della Tutela Agro-Alimentare dei Carabinieri nonché da tecnici e veterinari dell’ASL Città di Torino.
Questo controllo incrociato che ha visto la presenza in contemporanea di diversi organi di controllo, ha consentito di svolgere controlli a 360 gradi in materie di normative che regolano i trasporti su strada delle merci deperibili.
Infatti, soprattutto le alte temperature estive incidono in maniera importante sulla conservazione degli alimenti che poi sono destinati alle tavole dei consumatori.
Tra i vari controlli effettuati si è dovuto procedere con il sequestro di un carico di surgelati e congelati per una tonnellata e 184 chili di merce.
Nel dettaglio, le apparecchiature di controllo hanno rilevato temperature di oltre 10 gradi al di sotto della norma.
Infatti, gli alimenti in questione dovevano essere trasportati ad una temperatura di almeno -15 gradi, mentre i termometri dei tecnici dell’ASL hanno rilevato una temperatura di -4,8 gradi.
Il conducente dell’autocarro è stato indagato, mentre la merce è stata immediatamente sequestrata e distrutta in modo da non arrivare nei negozi e sulle nostre tavole.
Dunque, i controlli continueranno per tutta l’estate al fine di salvaguardare i consumatori riguardo la salubrità dei cibi surgelati e congelati.


Commenti

Correlato:  Al Sant'Anna di Torino arriva il ventilatore per i bimbi prematuri
SHARE