Home Articoli HP FCA, a Torino e in Italia investimenti per 5 miliardi: rilancio occupazionale...

FCA, a Torino e in Italia investimenti per 5 miliardi: rilancio occupazionale grazie all’elettrico e nuovi modelli

SHARE
FCA, a Torino e in Italia investimenti per 5 miliardi: rilancio occupazionale grazie all'elettrico e nuovi modelli
FCA, a Torino e in Italia investimenti per 5 miliardi: rilancio occupazionale grazie all'elettrico e nuovi modelli
Tempo di lettura: 1 minuto

FCA, a Torino e in Italia investimenti per 5 miliardi: il Piemonte mira al rilancio occupazionale grazie alla filiera elettrica e a nuovi modelli

FCA, a Torino e in tutta Italia, porterà avanti il suo piano di investimenti preventivato.
Da qui, fino al 2022, il gruppo intende investire nel nostro Paese e, più nello specifico, nel capoluogo piemontese, una cifra pari a 5 miliardi di euro. Una somma davvero imponente, che rende l’idea di come Fiat Chrysler Automobiles sia orientata a far raggiungere la piena occupazione agli stabilimenti locali.
I siti produttivi torinesi e italiani in generale si apprestano dunque ad accogliere le nuove produzioni. Si punterà soprattutto sull’elettrico, che dovrà rappresentare la locomotiva del rilancio occupazionale. Una prospettiva che affascina il Piemonte e gli amministratori locali, su tutti Alberto Cirio, nuovo presidente della Regione. Scenari positivi confermati anche dal sindaco di Torino Chiara Appendino e da Pietro Gorlier, responsabile delle attività europee di FCA.
Il primo cavallo di battaglia sarà la 500 elettrica, che giungerà a breve a Mirafiori. I lavori per allestire e adeguare gli impianti sono già stati realizzati. Si attende solo il via alla produzione, che darà grande slancio allo stabilimento simbolo di Fiat.
FCA, a Torino e in Italia investimenti per 5 miliardi: rilancio occupazionale grazie all'elettrico e nuovi modelli
FCA, a Torino e in Italia investimenti per 5 miliardi: rilancio occupazionale grazie all’elettrico e nuovi modelli
Dopodiché si potrà pensare alla Centoventi, vettura già esposta in più occasioni, che affiancherà la Panda. Un’auto che pare aver riscosso un discreto gradimento, viste le performance nelle sue uscite.
In tutto ciò, il Piemonte si attrezzerà con una soddisfacente rete di fornitori, che costituiranno il nuovo indotto. Ciò significa che le ricadute economiche ed occupazionali renderanno più agevole la ripresa economica definitiva di Torino e della regione.


Commenti

Correlato:  Il Nutellino, il delizioso liquore realizzato con una eccellenza piemontese: la Nutella
SHARE