Home Articoli HP Nasce a Torino il cuore del nuovo suv elettrico della rivale cinese...

Nasce a Torino il cuore del nuovo suv elettrico della rivale cinese di Tesla

SHARE
Nasce a Torino il cuore del nuovo suv elettrico della rivale cinese di Tesla
Nasce a Torino il cuore del nuovo suv elettrico della rivale cinese di Tesla
Tempo di lettura: 1 minuto

Nasce a Torino il cuore del nuovo suv elettrico della rivale cinese di Tesla

Partirà da Torino il cuore del nuovo suv elettrico della rivale cinese di Tesla.
Nasce a Torino il cuore del nuovo suv elettrico della rivale cinese di Tesla
Nasce a Torino il cuore del nuovo suv elettrico della rivale cinese di Tesla
Sarà il lavoro della Cpm di Beinasco, azienda nata nel 1967 per produrre carpenteria metallica come paranchi e impianti di sollevamento, e ora leader mondiale nella progettazione e nella costruzione di linee di montaggio per veicoli di ultima generazione.
Nel capannone dell’azienda si è smontato il sistema per assemblare un suv al 100% elettrico.
L’operazione è stata affidata da una società cinese che punta a diventare la Tesla dell’estremo Oriente.
Negli scorsi giorni il sistema è stato testato, messo a punto e impacchettato in 400 container per arrivare oltre la Grande Muraglia.
Si tratta di Flex Decking, il sistema per l’assemblaggio automatico delle auto.
Il cuore è la stazione di mariage, ovvero dove la scocca si unisce ai componenti meccanici della vettura e comprime gli ammortizzatori prima dell’avvitamento.
Cpm collabora con Fiat, ora FCA, dal 1992.
Grazie alla collaborazione con il gruppo guidato da John Elkann il Flex Decking è operativo anche a Pomigliano d’Arco per la Nuova Panda, a Melfi e Goyana, in Brasile, per 500X e Jeep Renegade, a Toledo North, nel USA, e Changsha, in Cina, per Jeep Cherokee.
Presto un nuovo impianto entrerà in funzione anche a Cassino.
Tuttavia, Cpm collabora anche con FerrariLamborghini, Maserati, Pininfarina, Toyota, Nissan, Audi, Land Rover, Peugeot, Jaguar, Volkswagen, Bentley Mercedes.
Nel 1999 l’azienda torinese è entrata nel gruppo tedesco Durr, specializzato nella fornitura di impianti e tecnologie per l’automotive e per l’aeronautica.
Nonostante ciò, Cpm ha conservato la sua italianità e la sua torinesità.
Dunque, il futuro dell’elettrico passa anche da Torino.
(Foto tratta da Innovation Club)


Commenti

Correlato:  Torino, Zingarelli festeggia il suo centenario al liceo Alfieri: tante novità al suo interno