Home Arte “L’Italia del Rinascimento. Lo splendore della maiolica”, la mostra delle maioliche a...

“L’Italia del Rinascimento. Lo splendore della maiolica”, la mostra delle maioliche a Torino

SHARE
"L'Italia del Rinascimento. Lo splendore della maiolica", la mostra delle maioliche a Torino
Tempo di lettura: 2 minuti

“L’Italia del Rinascimento. Lo splendore della maiolica”, la mostra delle maioliche a TorinoArriva “L’Italia del Rinascimento. Lo splendore della maiolica”, la mostra delle maioliche rinascimentali a Torino

Da venerdì 13 giugno apre “L’Italia del Rinascimento. Lo splendore della maiolica”, la mostra delle maioliche a Torino.
"L'Italia del Rinascimento. Lo splendore della maiolica", la mostra delle maioliche a Torino
“L’Italia del Rinascimento. Lo splendore della maiolica”, la mostra delle maioliche a Torino
L’esposizione, visitabile fino al 14 ottobre, sarà ospitata da Palazzo Madama.
Il percorso espositivo vedrà protagonisti oltre 200 capolavori che illustreranno la maiolica rinascimentale italiana.
Alcune opere saranno esposte per la prima volta in Italia.
Si tratta di una forma d’arte che ha raggiunto il suo massimo splendore tra la metà del 1400 e la metà del 1500, che riflette nel modo migliore con i suoi colori il gusto e lo stile di vita delle donne e degli uomini del Rinascimento.
La mostra è curata da uno storico d’eccezione, lo storico dell’arte Timothy Wilson, uno dei massimi esperti di maiolica del Rinascimento, in collaborazione con Cristina Maritano, conservatore di Palazzo Madama.
L’esposizione ripercorre lo sviluppo della maiolica praticata in numerosi centri della Toscana, dell’Emilia, delle Marche e dell’Umbria.

L’arte della maiolica

Infatti, la maiolica diede lustro e fama a città come Gubbio, Deruta, Faenza, Casteldurante e Urbino, le cui ceramiche vennero esportate in tutta Europa.
Qui, abili ceramisti seppero rinnovare la ceramica islamica contaminandola con motivi ispirati al repertorio gotico e rinascimentale e con quelli derivanti dalle porcellane cinesi.
Le superfici di piatti, coppe, versatoi, rinfrescatoi e vasi presentavano raffigurazioni di temi religiosi, miti antichi, romanzi cavallereschi, storie sacre e profane che andavano ad arricchire gli ambienti privati e pubblici delle dimore signorili.
I visitatori potranno ammirare alcune opere dei principali pittori su maiolica come Nicola da Urbino e Francesco Xanto Avelli.
Nello specifico, saranno in mostra una coppia di albarelli di Domenigo da Venezia, un grande rinfrescatoio di Urbino e la brocca in porcellana medicea di Palazzo Madama, realizzato dai maiolicari di Urbino che lavoravano alla corte di Francesco I de’ Medici a Firenze.
La mostra sarà visitabile dal 13 giugno al 14 ottobre, tutti i giorni, salvo il martedì, dalle ore 10.00 alle 18.00 a Palazzo Madama.
Il costo del biglietto intero è di 8 euro.
Per quanto riguarda quello ridotto, invece, il prezzo è di 6 euro.
Per maggiori informazioni è possibile consultare il sito www.palazzomadamatorino.it.
(Foto tratta da Spazio Torino)


Commenti

Correlato:  La “Grande Bellezza” alla Reggia. Gli artisti alla corte degli Este in mostra.