Home Articoli HP Il Pane del Re riceve la Denominazione Comunale d’Origine: la ricetta legata...

Il Pane del Re riceve la Denominazione Comunale d’Origine: la ricetta legata a Casa Savoia

SHARE
Il Pane del Re riceve la Denominazione Comunale d'Origine: la ricetta legata a Casa Savoia
Il Pane del Re riceve la Denominazione Comunale d'Origine: la ricetta legata a Casa Savoia
Tempo di lettura: 1 minuto

Il Pane del Re, un pane nutriente creato dai cuochi di Casa Savoia

Il Pane del Re riceve la prima Denominazione Comunale d’Origine di Buttigliera Alta.
Si tratta di un riconoscimento che celebra la produzione tipica del territorio valorizzando la storia e le tradizioni.
Il Pane del Re riceve la Denominazione Comunale d'Origine: la ricetta legata a Casa Savoia
Il Pane del Re riceve la Denominazione Comunale d’Origine: la ricetta legata a Casa Savoia
L’idea è nata da Manuela Massola, appassionata di storia di Buttigliera Alta e conduttore del sito web Il Filo della Memoria, e l’Amministrazione Comunale ha voluto ufficializzare il progetto attraverso il conferimento del marchio De.c.o.
La Massola lo ha definito “un pane da meditazione”, fatto a base di farina integrale, noci e acciughe.
Nello specifico, il Pane del Re deriva da una pane essenziale ideato dai cuochi di corte di Re Carlo Alberto, su indicazione dello stesso sovrano, al fine di dare ai soldati sabaudi, impegnati in importanti campagne militari, un pane nutriente.
La produzione di questo pane particolarmente nutriente è stata affidata a Marco Giaccone, fondatore del panificio Pane Madre, aperto nel 2014neo comune valsusino, che ha reinterpretato l’antica ricetta tramandata oralmente.
Il progetto ha il fine di celebrare, attraverso il riconoscimento ufficiale di questa specialità alimentare, lo stretto legame che unisce da secoli Casa Savoia e il Comune di Buttigliera Alta.
Un legame solido confermato dagli archivi di famiglia dei Carron di San Tommaso, originari del Bugey e del Rossillon, poi trasferiti a Chambéry e infine in Piemonte, dove nel 1619 acquistarono il feudo di Buttigliera.
Dunque, un’altra specialità della cucina piemontese riceve un riconoscimento che ne sottolinea la sua origine e la sua storia.
(Foto tratta da Piemonte Top News)


Commenti

Correlato:  Caldo record, Lucifero non dà tregua: anche oggi le temperature saranno infuocate