Home Articoli HP Torino, riapre il Cap10100: lo spazio di corso Moncalieri è chiuso da...

Torino, riapre il Cap10100: lo spazio di corso Moncalieri è chiuso da 2 anni per motivi di sicurezza

SHARE
Torino, riapre il Cap10100: lo spazio di corso Moncalieri è chiuso da 2 anni per motivi di sicurezza
Torino, riapre il Cap10100: lo spazio di corso Moncalieri è chiuso da 2 anni per motivi di sicurezza
Tempo di lettura: 1 minuto

Torino, riapre il Cap10100: lo spazio di corso Moncalieri è chiuso da due anni per motivi di sicurezza, ma l’inaugurazione è prevista per il prossimo ottobre

Torino, riapre il Cap10100.
Lo spazio di corso Moncalieri, chiuso da due anni per motivi di sicurezza, ripartirà ad ottobre con l’obiettivo di riportare sul Po i concerti dei big della musica.
A dare l’annuncio della riapertura nel corso dell’incontro presentazione #restart Cap10100, è stata Valentina Gallo, la presidente dell’associazione teatrale Orfeo, che ha in gestione il centro di protagonismo giovanile in corso Moncalieri 18.
Il Cap ripartirà con il sostegno della Circoscrizione 8, del Comune di Torino, della Regione Piemonte e della Fondazione Teatro Piemonte Europa, proponendo attività tradizionali legate a danza e teatro, ma dando uno spazio maggiore ai concerti rivolti soprattutto a una fascia di età tra i 21 e i 28 anni.
Durante la presentazione di martedì 4 giugno, inoltre, sono stati mostrati gli spazi all’interno del complesso al civico 18, che sono stati riorganizzati.
Nel dettaglio, gli uffici tecnici della Circoscrizionehanno lasciato quella location per trasferirsi in un’altra palazzina in corso Moncalieri 80.
Per quanto riguarda la Casa dell’Ambiente, che avrà sempre sede lì, sono stati destinati gli uffici rimasti vuoti.
Quindi, per il Cap ci sarà più spazio con l’ampio foyer di 300 metri quadri, il quale diventerà un punto di accoglienza al cui interno le associazioni che collaborano con Orfeo potranno organizzare incontri e piccoli eventi.
Inoltre, ad ogni evento verrà allestito uno Spazio Safe, ovvero un punto sicurezza dove i volontari raccoglieranno segnalazioni legate a bullismo, razzismo o violenza sulle donne.
Infine, nei piani dell’associazione Orfeo c’è anche la creazione di spazi di coworking e sportelli dedicati ai giovani che hanno intenzione di avviare attività culturali.
Dunque, il Cap10100 è pronto a riprendersi la scena riportando sul Po concerti di grandi artisti del panorama musicale italiano e internazionale.
(Foto tratta da Keep On Live)


Commenti

Correlato:  Bialetti assume a Torino: posizioni aperte negli store della provincia
SHARE