Home Articoli HP Salta la fusione FCA-Renault: Fiat Chrysler Automobiles ritira la proposta

Salta la fusione FCA-Renault: Fiat Chrysler Automobiles ritira la proposta

SHARE
Salta la fusione FCA-Renault: Fiat Chrysler Automobiles ritira la proposta
Salta la fusione FCA-Renault: Fiat Chrysler Automobiles ritira la proposta
Tempo di lettura: 1 minuto

Salta la fusione FCA-Renault: Fiat Chrysler Automobiles ritira la proposta dopo i tentennamenti e le condizioni imposte da Nissan, Governo Francese e sindacati

La fusione FCA-Renault, con il passare dei giorni, sembrava poter essere in fase di definizione. Le mosse concrete che avevano portato all’avvicinamento delle parti parevano essere il preludio di una fusione che, invece, è saltata.
Fiat Chrysler Automobiles, infatti, ha reso noto, attraverso un comunicato ufficiale, la sua volontà di ritirare la proposta di fusione con il gruppo Renault. Una scelta dettata da numerosi fattori, tra i quali ci sono i tentennamenti di Nissan e le condizioni imposte dagli altri soggetti coinvolti.
Mentre Nissan ha denotato scarsa convinzione mediante il voto discordante di alcuni membri del CDA, il Governo Francese ha stabilito la necessità di salvaguardare il futuro degli stabilimenti sparsi su tutto il territorio nazionale. Senza contare le pressioni del sindacato CGT, che non vedeva di buon occhio la trattativa.
Secondo accreditati organi di informazione come Financial TimesBloomberg, Reuters e Wall Street Journal, la base di questa unione sarebbe stata lo scambio di capitali o di azioni. Una novità che avrebbe potuto scuotere il settore dell’automotive, con l’ingresso sulla scena di un colosso da 33 miliardi.
L’operazione è dunque ufficialmente saltata, con effetti negativi per FCA. A Wall Street i titoli hanno perso il 3,71%. Bisognerà attendere le prossime mosse del gruppo, che potrebbe tornare a pensare a un’alleanza con PSA.
(Foto tratta da Corriere dello Sport)


Commenti

Correlato:  In arrivo nuovi orti urbani a Torino: pronto un piano per la ruralizzazione della città
SHARE