Home Articoli HP Gnocchi delle Valli di Lanzo, un’altra leccornia piemontese

Gnocchi delle Valli di Lanzo, un’altra leccornia piemontese

SHARE
Tempo di lettura: 1 minuto

Una ricetta gustosa dal sapore tutto piemontese, che include gustosi formaggi delle Valli di Lanzo e saporiti gnocchi fatti in casa.

Si tratta degli gnocchi delle Valli di Lanzo per l’appunto, un primo goloso immancabile sulle tavole dei piemontesi.

Una ricetta semplice e gustosa

Ecco cosa occorre per preparare i gnocchi delle Valli di Lanzo:

1 Kg di patate, 150 g di farina 00, 150 g di farina di grano saraceno, 1 uobo, 1 noce di burro, 100 g di Toma di Lanzo e 100 di Toma Bianca Alpina, 100 g di fontina e 150 g di panna.

Nella preparazione dei gnocchi delle Valli di Lanzo si utilizzano due tipi di farine: quella di grano tenero e quella di grano saraceno.

Oltre ad avere un colore più scuro i gnocchi ottenuti avranno anche un sapore più deciso.

I due ingredienti che rendono questi gnocchi così speciali però, sono senz’altro la Toma di Lanzo e la Toma del latte acido (lait brusc), conosciuta anche come Bianca Alpina.

Entrambe le forme sono frutto di un complesso lavoro artigianale nella lavorazione del latte vaccino crudo.

Il risultato conferisce ai formaggi stessi e ai gnocchi con essi preparati un gusto davvero inimitabile.

Un piatto semplice ma ricco di tradizione e cultura gastronomica locale.



Commenti

Correlato:  Pavel Durov, a Torino è cresciuto il "Mark Zuckerberg russo"
SHARE