Home Articoli HP Droni di San Giovanni, piazza Vittorio l’unica soluzione, ma la festa costerà...

Droni di San Giovanni, piazza Vittorio l’unica soluzione, ma la festa costerà 500mila euro

SHARE
Droni di San Giovanni, piazza Vittorio l'unica soluzione, ma la festa costerà 500mila euro
Droni di San Giovanni, piazza Vittorio l'unica soluzione, ma la festa costerà 500mila euro
Tempo di lettura: 1 minuto

Droni di San Giovanni, al momento piazza Vittorio sembra l’unica location adatta ad ospitare l’evento, ma la festa costerà 500mila euro, circa il doppio rispetto allo scorso anno

Manca poco più di un mese al 24 giugno e alla festa con i droni di San Giovanniil Santo patrono di Torino.
Il nodo principale riguarda la location dell’evento. Infatti, il Comune non ha ancora individuato la piazza che accoglierà la festa.
Alcune settimane fa, erano iniziate a circolare delle indiscrezioni che volevano il ritorno della festa del Santo patrono della città in piazza Vittorio Veneto, in quanto piazza Castello, che ha ospitato l’evento lo scorso anno, è troppo piccola e già l’anno scorso ha potuto ospitare solo 25mila persone, lasciandone fuori dai varchi diverse migliaia.
Dal canto suo, però, anche piazza Vittorio presenta delle problematiche dovute al datore che, alle sue spalle, c’è il fiume e non un polmone verde come i Giardini Reali, da utilizzare per far decollare, atterrare e manovrare i droni.
Nonostante ciò, piazza Vittorio sembra l’unica soluzione possibile per ospitare l’evento.
Inoltre, quest’anno i droni saranno di più, quasi il doppio rispetto ai 200 dello scorso anno. Dunque, le previsioni di spesa del Comune, stando alla delibera approvata a Palazzo Civico, arriveranno a sfondare il mezzo milione di euro.
Nello specifico, lo spettacolo dei droni costerà ben 530mila euro, ben più dei 325mila euro investiti nel 2018, ma molto di più anche rispetto ai tradizionali fuochi d’artificio, i quali avevano il costo di soli 70mila euro.
La maggior parte dei fondi arriva dagli sponsor privati, i quali dovrebbero coprire i 350mila euro più Iva, dunque circa 420mila euro, dello show.
Inoltre, la Città potrà contare su una cordata composta da big dell’hi tech che si farà carico dello show, tra cui IntelTimEricssonCiscoAizoon e Iset.
Oltre agli sponsor tecnici, anche altre aziende hanno stanziato un contributo, tra cui IrenLeonardo-FinmeccanicaThales Alenia e Smat.
Il Comune, da parte sua, ha autorizzato una spesa massima di 111mila euro contro i 74mila dello scorso anno, e comprenderanno anche i costi di gestione che dovranno garantire infrastrutture, transenne, sistemi di sicurezza, steward e Vigili del Fuoco.
Insomma, Torino si sta preparando ai festeggiamenti per San Giovanni e punta ad un nuovo e suggestivo spettacolo per celebrare il suo Santo patrono, in attesa di conoscere la location che ospiterà l’evento.


Commenti

Correlato:  Meteo, settimana anomala tra sole e temperature gradevoli