Home Ambiente Smog, a Torino la maglia nera va a piazza Baldissera: è uno...

Smog, a Torino la maglia nera va a piazza Baldissera: è uno dei punti più inquinati della città

SHARE
Smog, a Torino la maglia nera va a piazza Baldissera: è uno dei punti più inquinati della città
Smog, a Torino la maglia nera va a piazza Baldissera: è uno dei punti più inquinati della città
Tempo di lettura: 1 minuto

Smog, a Torino il punto più inquinato della città e via Cigna, seguita da corso Principe Oddone e piazza Baldissera

Per quanto riguarda il problema dello smog, a Torino, quasi tutti i quartieri della città sembrano essere interessati da vicino.
Secondo i dati della campagna “Che aria tira?”, promossa dal Comitato Torino Respira, i luoghi più inquinati della città sono corso Vigevano angolo via Cigna, la superstrada urbana di corso Principe Oddone e la rotonda di piazza Baldissera.
Questo è quanto emerge da questo studio, reso possibile dalla partecipazione dei cittadini che, nello scorso mese di febbraio, hanno acquistato quasi 300 campionatori passivi, i quali hanno rilevato i livelli di biossido di azoto in tutti i quartieri.
Sono stati più di 200 i torinesi che hanno sostenuto l’installazione degli impianti, costituiti da fiale assorbenti che sono state posizionate nei luoghi più frequentati della città, dalle scuole agli ospedali, passando per i parchi e sale case private.
A completare la triste top ten dei punti più inquinati del capolavoro piemontese ci sono corso San Martino, al quarto posto, corso Dante, in quinta posizione, e a seguire, via del Carminevia Blignycorso Regina Margheritavia Duchessa Jolanda e corso Duca degli Abruzzi.
I dati evidenziano come le zone più vicino al centro risultino più inquinate rispetto ad altre, fatta eccezione per il perimetro della Ztl.
Numeri che convincono sempre di più Palazzo Civico ad andare avanti con il progetto per il nuovo modello di Ztl che sarà attivo da gennaio 2020 e che ha tra i suoi obiettivi anche la riduzione dello smog in centro.
Al contrario, nella top ten delle aree della città meno colpite dallo smog, ci sono le zone precollinari, aiutate anche dalla presenza del verde e dalla riduzione del traffico.
Nel dettaglio, al primo posto troviamo Tetti Bertoglio, Strada Comunale di Mongreno, in seconda posizione e, a chiudere il podio, via Luigi Lavazza. A seguire ci sono, Strada San Vincenzo, Strada Alberoni, via San Sebastiano Po, via Sant’Anselmo e l’area giochi di piazza Sofia.
Dunque, il Comune intende affrontare il problema portando avanti il nuovo modello di Ztl e aumentando sempre di più le proposte di mobilità sostenibile come car sharing, biciclette e scooter elettrici, nonché potenziare il servizio del trasporto pubblico con mezzi nuovi e meno inquinanti.


Commenti

Correlato:  Terremoto, in Piemonte una scossa di media intensità durante la nottata in provincia di Cuneo
SHARE