Home Articoli HP Il risotto Barbera e raschera, un grande primo piatto piemontese

Il risotto Barbera e raschera, un grande primo piatto piemontese

SHARE
Tempo di lettura: 1 minuto

Risotto Barbera e raschera, una prelibatezza tutta piemontese

Tra i tanti piatti della tradizione culinaria del Piemonte, troviamo il risotto Barbera e raschera.
Si tratta di un primo piatto dal sapore intenso e deciso dato dal vino,a con le note acidule del formaggio.
Il piatto presenta come protagonisti tutti i prodotti di punta della nostra regione, ovvero, il riso, il vino e il formaggio.

La ricetta

Per preparare il risotto Barbera e raschera occorre:
– 300gr di riso Carnaroli o Vialone Nano;
– mezzo litro di vino Barbera;
– 1 rametto di rosmarino;
– 2 noci di burro acido;
– 40 grazie di grana grattugiato;
– bordo vegetale, sale grosso e pepe bianco.
Per la fonduta, invece, serve:
– 200 ml di crema di latte fresca;
– 100 gr di formaggio raschera DOP.

Preparazione

Per prima cosa facciamo sfumare una cipolla tritata finemente in una noce di burro a fuoco lento.
Dopodiché sfumiamo con un bicchiere di vino bianco secco, lasciamo evaporare e spegniamo il fuoco.
Lasciamo in infusione la cipolla nel suo liquido di cottura, filtriamolo e montiamolo con 50 gr di burro a pomata.
Poi, trasferiamo il burro acido in un recipiente e teniamolo da parte per la mantecatura finale del risotto.
A questo punto, tostiamo il riso in un tegame e sfumiamolo col vino.
Una volta evaporato il vino, aromatizziamo con del rosmarino e portiamo a cottura con del brodo bollente.
Saliamo con una manciata di sale grosso e aggiustiamo di pepe.
Al termine della cottura, ossia dopo circa 18 minuti, spegniamo il fuoco e mantechiamo il risotto con una o due noci di burro acido e grana grattugiato.
Dopodiché copriamo il tegame e lasciamo riposare il risotto per due o tre minuti.
In ultima fase, facciamo fondere il raschera tagliato a cubetti nella crema di latte calda.
Infine, impiattiamo il risotto al vino all’onda con qualche cucchiaio di fonduta e serviamo.
(Foto tratta da Blog Giallo Zafferano)


Commenti

Correlato:  A Torino, musica a volontà in estate: appuntamenti e festival