Home Articoli HP Di Maio a Torino presenta il progetto delle Case delle Tecnologie Emergenti

Di Maio a Torino presenta il progetto delle Case delle Tecnologie Emergenti

SHARE
Tempo di lettura: 1 minuto

Il vicepremier Luigi di Maio a Torino per firmare il decreto che riconosce il capoluogo piemontese come area di crisi complessa e presentare il piano delle Case delle Tecnologie Emergenti

Lo scorso sabato 13 aprile si è tenuta la visita di Luigi Di Maio a Torino.
Il vicepremier ha firmato il decreto che riconosce Torino come area di crisi complessa e, con l’occasione, ha presentato l’innovativo piano delle Case delle Tecnologie Emergenti, il progetto per cui il capoluogo piemontese ospiterà un incubatore di startup e aziende innovative.
Infatti, uno dei tre incubatori italiani sul 5G avrà sede nella città sabauda.
Il decreto che riconosce a Torino e ai comuni limitrofi lo status di area di crisi complessa partirà dalla scelta di FCA di produrre qui la 500 elettrica.
Nello specifico, il Ministro del Lavoro ha spiegato che con questo decreto fornisce vari strumenti tra cui, finanziamenti e contratti di sviluppo, che porteranno le imprese torinesi e le istituzioni a sviluppare un potenziale in grado di attirare a Torino e nelle aree coinvolte un valore fino a 150 milioni di euro, tanto vale il documento.
Quindi, ci saranno dei fondi destinati ai contratti di sviluppo, altri ai fondi di ricerca e ad fondi ancora che arriveranno dai fondi della legge sul rilancio delle aree di crisi industriale.
Tuttavia, di questi, alcuni importi saranno a fondo perduto, altri a tasso agevolato.
Tre sono le priorità interessate dall’intervento: l’accompagnamento della filiera automotive verso l’elettrico, l’aerospazio, salute e biotecnologie. Questi tre settori sono collegati a progetti già in corso come la produzione della 500 elettrica annunciata da Manley, il Competence Center e il Manufacturing Technology Center nell’ex area Mirafiori gestita da Tne, e il nuovo ambizioso progetto per il Parco della Salute.
Del progetto Case delle Tecnologie Emergenti farà parte anche la riqualificazione dell’ex Asilo occupato di via Alessandria, sgomberato lo scorso 7 febbraio. La Sindaca Chiara Appendino ha spiegato che diventerà un luogo del quartiere con un progetto sociale che lo restituirà ai cittadini.
Dunque, il Governo tende una mano a Torino, dopo gli 8,5 milioni che arriveranno da Roma per il Teatro Regio, gli 80 milioni di garanzia per le Atp Finals 2021, sempre più vicine alla città a sabauda, e i 3 milioni per la riqualificazione del Campus Onu.
Insomma, il Governo punta sulla nostra città, il futuro potrebbe partire da qui.


Commenti

Correlato:  Rivoluzione nelle macchinette: presenti anche i prodotti a Km 0