Home Articoli HP I tornelli sui bus Gtt arrivano su altre due linee, prosegue la...

I tornelli sui bus Gtt arrivano su altre due linee, prosegue la sperimentazione per controllare gli utenti

SHARE
Tempo di lettura: 1 minuto

Prosegue la sperimentazione dei bus con i tornelli sui bus Gtt, che arrivano su altre due linee di trasporto del Gruppo Torinese Trasporti: potrà salire solo chi bippa

 

Gtt porta avanti la sua battaglia contro i portoghesi dei mezzi pubblici introducendo i tornelli sui bus su altre due linee di trasporto.

 

L’azienda di trasporto pubblico locale, infatti, nella persona del suo amministratore delegato Giovanni Foti, aveva annunciato già da tempo la propria volontà di introdurre nel breve termine sulle strade della nostra città un gran numero di nuovi pullman con i tornelli. Una novità che è già stata sperimentata in altre parti d’Italia e che, in numerosi casi, si è anche rivelata molto efficace. L’arrivo a Torino è stato certificato dalla linea 19, che hanno iniziato a beneficiare di queste novità da poco tempo. Gli annunci passati vogliono un imminente arrivo dei macchinari anche sulla linea 6

 

I nuovi bus con i tornelli consentono di controllare chi accede ai mezzi e di limitare notevolmente il numero dei furbetti. Con questo metodo, infatti, è possibile far accedere al mezzo solo coloro che utilizzano gli appositi dispositivi per bippare. L’ingresso, dunque, viene effettuato dai passeggeri solo ed esclusivamente dalla porta anteriore della vettura. Al contrario, coloro che devono scendere dal veicolo possono farlo recandosi all’ultima porta.

Correlato:  Bocconi killer per i cani a Torino: in un giardino trovato acido che sfregia gli animali

 

L’esperimento, effettuato inizialmente su dieci bus, sarà presto esteso su altre due linee. Quelle indicate sono la SE1 e la SE2, che accoglieranno i tornelli a partire dalla metà del mese, in questi giorni. Già da oggi, 15 aprile, sarà possibile vedere i tornelli su alcuni di questi mezzi.

Una grande novità, che porterà Torino al passo delle altre metropoli europee in quanto a controllo e qualità del servizio di trasporto pubblico locale. Una scelta che premierà e farà felici coloro che quotidianamente fanno uso di bus, metro e tram correttamente e che invece metterà alle strette chi ne approfitta per viaggiare gratuitamente.



Commenti

SHARE