Home Articoli HP Apre una nuova biblioteca a Torino: l’apertura inaugurerà la rassegna “Torino che...

Apre una nuova biblioteca a Torino: l’apertura inaugurerà la rassegna “Torino che legge”

SHARE
Tempo di lettura: 1 minuto

Apre una nuova biblioteca a Torino: l’inaugurazione in occasione della rassegna “Torino che legge”, la manifestazione che celebra la Giornata del Libro

Oggi, 8 aprile, in via Zumaglia 39, apre una nuova biblioteca a Torino.
È il nuovo spazio culturale di Parella, quartiere della Circoscrizione 4.
La biblioteca è intitolata “I ragazzi e le ragazze di Utoya”, dedicata alla memoria dei 69 giovani uccisi nel 2011 in Norvegia dal terrorista Anders Breivik.
L’inaugurazione, in programma per le ore 17:00, avviene in occasione dell’edizione 2019 della rassegna letteraria “Torino che legge”.
Infatti, da lunedì 8 a lunedì 15 aprile torna Torino che legge, la quinta edizione della manifestazione che celebra la Giornata Mondiale del Libro e del diritto d’autore istituita dall’Unesco e nata con l’intento di promuovere la lettura.
Saranno più di 500 gli appuntamenti in programma che coinvolgeranno tutta la città, periferie comprese con attività formative, convegni, reading, musica, incontri con gli autori e proposte per adulti e bambini.
Gli eventi e le iniziative in calendario si svolgeranno in spazi pubblici e privati tra cui librerie, biblioteche, scuole, musei, teatri, associazioni, fondazioni, circoli, piazze e giardini della città.
Tuttavia, l’edizione di quest’anno porterà una grande novità: debutterà la prima edizione di “Piemonte che legge”. Infatti, la manifestazione si estenderà in tutto il Piemonte con iniziative ed eventi in tutto il territorio regionale.
“Piemonte che legge”, realizzata grazie al sostegno e alla collaborazione della Regione Piemonte, coinvolgerà tutte le province piemontesi con più di 70 incontri in programma e l’appoggio di una grande rete di soggetti pubblici e privati che hanno aderito e accolto con entusiasmo l’iniziativa all’insegna della lettura e del libro.
La Circoscrizione 4, grazie all’approvazione di un ordine del giorno, presentato in tutta la città nel 2013 e di una mozione nel 2016, ha avuto un ruolo decisivo nell’intitolazione della biblioteca alle vittime della stage norvegese.
Dopo l’inaugurazione, si terranno la premiazione dei lettori “forti” delle Biblioteche Civiche Torinesi e la presentazione del libro di Carlo Greppi “L’età dei muri. Breve storia del nostro tempo”.
Dunque, la città è pronta ad accogliere un nuovo spazio culturale che punta a diventare un punto di ritrovo per il quartiere.
(Foto tratta da Engage)


Commenti

Correlato:  Un raro esemplare di gufo reale salvato sulla Torino - Bardonecchia: fratture a una zampa e un'ala