Home Articoli HP Il cubo in cemento armato che si trova in Borgo Po: uno...

Il cubo in cemento armato che si trova in Borgo Po: uno degli edifici più originali della nostra città, di cui ci parla la nostra House Hunter

SHARE
Tempo di lettura: 1 minuto

In Borgo Po un preistorico dinosauro fa da guardia ad una futuristica casa cubo: una particolarità di cui ci parla la nostra House Hunter Laura Polesinanti

In Borgo Po un preistorico dinosauro fa da guardia ad una futuristica casa cubo.

Il cubo in cemento armato che si trova in via Biamonti 15 è uno degli edifici più originali della nostra città. Sicuramente in contrasto con le altre case di Borgo Po.

L’edificio è in cemento armato a vista. E’ costituito da cubi che sporgono in modo irregolare sul fronte strada. Nessun pilastro, ma solo due strutture portanti ai lati. Alcune facce dei cubi “assemblati” sono ampie finestre con vista sulla città.

E’ lo studio di Ezio Gribaudo, costruito nel 1974.

Artista, editore, collezionista, promotore culturale e viaggiatore, Gribaudo è stato protagonista della storia dell’arte del XX secolo. Comprò il terreno a 50 metri da casa sua per costruire il proprio studio. Chiese aiuto al suo amico ed ex compagno di corso alla Facoltà di Architettura Andrea Bruno.

Adibito a studio o ad abitazione, questo edificio  a forma di cubo è decisamente essenziale. Nello stesso tempo tipicamente torinese nella sua discrezione.

Soggetto ricorrente nelle opere di Gribaudo sono i dinosauri.

Cercando case in Borgo Po mi sono imbattuta nel grande dinosauro in pietra in via Biamonti. Il pachiderma sembra far da guardia al cubo in cemento. O forse lo contempla, visto che non intimorisce affatto. La passione per i dinosauri è nata in Gribaudo durante i suoi viaggi in Australia e Nuova Zelanda. E prima ancora a New York, dove visitò l’American Museum of Natural History.

Correlato:  La riqualificazione di via Nizza sta per cominciare: pronto il bando di appalto dei lavori

Gli scheletri dei grandi animali preistorici attrassero e ispirarono l’artista, che ne fece soggetto di diverse opere. Arredi urbani e oggetti quotidiani hanno dato  vita contemporanea  agli antichi abitanti della terra. Gribaudo  ha usato tecniche e materiali non convenzionali. Ad esempio la juta, la carta, il legno, la sabbia, il piombo, l’antimonio, il bronzo e il polistirolo.

Camminare per le vie della nostra Torino riserva sempre piacevoli sorprese. Il dinosauro di Ezio Gribaudo è forse una delle più bizzarre.

A cura di Laura PolesinantiHouse Hunter ed esperta di intermediazione immobiliare



Commenti

SHARE