Home Articoli HP Torino, al Parco del Valentino riapre l’Imbarchino: il locale è chiuso dal...

Torino, al Parco del Valentino riapre l’Imbarchino: il locale è chiuso dal 2016

SHARE
Tempo di lettura: 1 minuto

Dopo tre anni di chiusura, al Parco del Valentino riapre l’Imbarchino: il locale tornerà sotto una nuova luce

Buone notizie per la movida torinese:al Parco del Valentino riapre l’Imbarchino.
Dopo due anni di trattative, le associazioni Banda LargaAmici dell’Imbarchino e Aegge, che avevano vinto il bando per la gestione del locale, hanno firmato il contratto con il Comune.
L’Imbarchino ha chiuso nel 2016 a causa di uno dei tanti problemi relativi alle concessioni che hanno costretto a chiudere che hanno costretto a chiudere i battenti anche ad altri famosi locali come il Bunker, il Cacao e il Cap 10100 ai Murazzi.
Il primo problema che i nuovi gestori dovranno affrontare sarà il degrado e lo stato di abbandono in cui versa la struttura, che, in questi anni, è stata colpita anche da ben due alluvioni.
Per ristrutturare e sistemare il locale occorrerebbero 250mila euro, cifra che né il Comune né altri enti pubblici sono disposti a coprire, neanche in minima parte. Proprio per questo motivo nei prossimi giorni inizierà una raccolta fondi per sostenere i lavori di ristrutturazione degli spazi.
L’obiettivo dei nuovi gestori è di riuscire ad aprire per l’estate.
Secondo il progetto dei gestori, il locale accoglierà nuovamente il bar, verrà allestita un’aula studio e saranno sistemate le terrazze sul bordo del fiume Po.
Dopodiché si potrà procedere con la programmazione culturale che prevederà un palinsesto radio quotidiano, una rassegna di cinema all’aperto e un calendario di spettacoli a cui assistere nel prato.
Inoltre, è previsto per il prossimo inverno l’inizio dei lavori di ristrutturazione del fabbricato accanto all’Imbarchino, che sarà destinato spettacoli e iniziative delle associazioni che ne faranno richiesta.
A questa buona notizia di riapertura, si affianca quella che potrebbe essere un’imminente chiusura.
Si tratta del Fluido, il locale attualmente chiuso per la stagione invernale, che potrebbe non riaprire per l’insorgere di altri problemi che si vanno ad aggiungere alla scadenza della concessione con il Comune, già scaduta un anno e mezzo fa, ma che Palazzo Civico non è più disposta a prorogare.
Dunque, la riapertura dell’Imbarchino rappresenta uno spiraglio di luce contro la desertificazione dilagante del Parco del Valentino e la moria dei locali notturni amati dalla movida torinese.
(Foto tratta da Pinterest)


Commenti

Correlato:  Approvata la nuova legge sulla caccia in Piemonte: più specie protette e limitazioni per i cacciatori