Home Articoli HP Il cavolfiore di Moncalieri è nuovo presidio Slow Food: premiata l’eccellenza piemontese

Il cavolfiore di Moncalieri è nuovo presidio Slow Food: premiata l’eccellenza piemontese

SHARE
Tempo di lettura: 1 minuto

Il cavolfiore di Moncalieri è diventato Presidio Slow Food: prestigioso riconoscimento per un’altra eccellenza piemontese

È arrivato un nuovo prestigioso riconoscimento per il Piemonte: il cavolfiore di Moncalieri è stato premiato come presidio Slow Food.
L’ortaggio, coltivato a ridosso delle colline a sud di Torino, ha origini francesi.
Infatti, molto probabilmente il cavolfiore arriva in Italia grazie ai Savoia, che, una volta insediatisi in Piemonte, portarono a corte anche gli ortolani e i giardinieri della Casa Reale francese.
Fino agli anni Settanta tutti i contadini della zona coltivavano questa varietà, che è sempre stata particolarmente apprezzata e ricercata per le sue notevoli proprietà organolettiche.
Nel corso degli anni la produzione è andata in crisi con l’arrivo dell’agricoltura industriale e la diffusione del metodo di coltivazione caratterizzato da un ciclo produttivo più veloce e con dimensione più ampie.
Attualmente, la sopravvivenza di questo prodotto è dovuta ad un cerchia ristretta di agricoltori che ne custodiscono le sementi.
Inoltre, il cavolfiore di Moncalieri è entrato nel Paniere dei Prodotti Tipici della provincia di Torino e nell’elenco dei Prodotti Agroalimentari Tradizionali, I cosiddetti PAT.
Tuttavia, l’obiettivo di Slow Food è quello di recuperare questo pregiato ortaggio con la collaborazione di coltivatori e di valorizzare il prodotto, facendolo conoscere a ristoratori e consumatori.
Il cavolfiore di Moncalieri è un prodotto molto versatile, adatto ad ogni tipo di preparazione, sia frutto che bollito e persino abbinato alla bagna cauda. Anche le foglie che lo avvolgono sono buone sia crude che cotte.
L’ingresso ufficiale in società lunedì 4 marzo alle ore 18:30 con un aperitivo presso il ristorante “La Cadrega” in piazza Vittorio Emanuele II a Moncalieri alla presenza di alcuni produttori, chef e autorità.


Commenti

Correlato:  European Pizza&Pasta Show, trionfa il torinese Andrea Bosio
SHARE