Home Articoli HP Torino capitale del cinema 2020: altro grande primato per la nostra città

Torino capitale del cinema 2020: altro grande primato per la nostra città

SHARE
Tempo di lettura: 1 minuto

Torino capitale del cinema 2020: una grandissima soddisfazione per la nostra città, che si aggiudica un altro importante primato

Torino capitale del cinema 2020: ora è realtà.
Il capoluogo piemontese si è aggiudicato un nuovo importante riconoscimento, dopo essere stato nel 2018, la capitale indiscussa del cibo (con il contributo di Bocuse d’Or, Salone del Gusto, Cioccolatò e molto altro). Quest’anno, nel 2019, la nostra città sarà presa d’assalto per le celebrazioni relative al 500esimo anniversario dalla morte di Leonardo. Saranno esposti diversi capolavori del Genio Fiorentino, compreso il suo Autoritratto.
Lo sguardo, però, è già proiettato al 2020. Tra un anno, infatti, la città della Mole sarà la capitale del cinema. È stata già mobilitata una macchina organizzativa, che si occuperà dell’organizzazione di tutto ciò che riguarderà questo speciale appuntamento.
Nello specifico, la cabina di regia, che si è già messa in moto, provvederà alla redazione di un calendario di eventi, appositamente fissati per l’occasione. In questo contesto sarà realizzato anche un logo. Per conoscere i dettagli degli appuntamenti occorrerà però attendere il mese di luglio.
A rendere pubblica questa importantissima novità è stato l’assessore al Commercio e al Turismo del Comune, Alberto Sacco, che ha esposto questo progetto durante la presentazione delle iniziative per le celebrazioni dedicate a Leonardo. Oltre a questo annuncio, è stato fondamentale l’incontro nella sede dell’assessorato al Turismo del Comune di Torino, al quale hanno preso parte il Politecnico di Torino, l’Università di Torino, Museo del Cinema, Film Commission, i vari Festival cinematografici, Turismo Torino e la Rai. 
Bisogna precisare che, nel 2020, si festeggeranno diversi anniversari. Quello più importante è il ventennale dal trasferimento all’interno della Mole Antonelliana della sede del Museo Nazionale del Cinema. Senza contare che, a luglio, anche Film Commission compirà vent’anni.
Questo riconoscimento, dunque, oltre a essere giusto per il fondamentale ruolo della nostra città in questo settore, contribuirà a rafforzare l’immagine di Torino e le qualità del suo distretto cinematografico. Un altro punto di forza su cui puntare per il futuro.


Commenti

Correlato:  A Torino il caldo è da record: temperature anomale a maggio