Home Articoli HP Venchi alla conquista del Giappone: il cioccolato piemontese punta alla leadership in...

Venchi alla conquista del Giappone: il cioccolato piemontese punta alla leadership in Asia

SHARE
Tempo di lettura: 1 minuto

Il cioccolato di Venchi va alla conquista del Giappone: l’azienda piemontese punta alla leadership sul mercato asiatico anche con il gelato

 

Venchi vuole conquistare anche il Giappone e in Indonesia.

L’azienda piemontese, fondata nel 1878 a Torino e oggi stabilita a Castelletto Stura (provincia di Cuneo), ha intenzione di ampliare il proprio giro d’affari con nuove aperture, concentrandosi quest’anno sull’Asia. L’ingresso sui mercati di Giappone e Indonesia farà sì che Venchi diventi un operatore panasiatico, stando a quanto dichiarato da Daniele Ferrero, presidente e amministratore delegato (proprietario del 27% delle quote) in un’intervista a Corriere Torino.

L’obiettivo dei vertici aziendali e del presidente in particolare è quello di far diventare il brand una bandiera del made in Italy.

Venchi conta, al momento, ben 103 negozi in giro per il mondo. Un successo trasversale, che ha coinvolto anche New York e Hong Kong, e che a breve arriverà anche in Giappone e Indonesia. Lo scopo è quello di aumentare ulteriormente un fatturato già triplicato in soli otto anni, tra il 2010 e il 2018.

La frenata sul mercato italiano (che rappresenta il 60% del giro d’affari totale) è stata studiata strategicamente per concentrarsi con maggiore attenzione sull’Asia. Qui, anche la Cina vedrà un incremento degli investimenti, in quanto si cercherà di aprire 6/8 negozi in più rispetto ai 24 attuali.

Correlato:  Eataly: il paradiso dei palati raffinati

Venchi ha deciso di mettere nel mirino Godiva, l’azienda belga (di proprietà turca) che ha 200 negozi ed ha numeri di fatturato davvero impressionanti. L’arma in più dalla parte dei piemontesi sarà il gelato, che Godiva non ha. Sarà, insieme, al cioccolato, il cavallo di battaglia di Venchi, decisa più che mai a mettere le mani sull’Asia.



Commenti

SHARE