Home Articoli HP L’ex fabbrica Paracchi rinasce: al suo posto sorgerà una residenza per anziani

L’ex fabbrica Paracchi rinasce: al suo posto sorgerà una residenza per anziani

SHARE
Tempo di lettura: 1 minuto

L’ex fabbrica Paracchi di Torino si trasforma in una residenza per anziani: un’icona della produzione dei tappeti sostituita da 80 posti letto per persone non autosufficienti

 

L’ex fabbrica Paracchi di Torino cambia volto.

Il sito produttivo, situato all’angolo tra via Pessinetto e via Pianezza, si appresta a iniziare un nuovo capitolo della propria esistenza. Un tempo era uno stabilimento in cui venivano realizzati tappeti: nel corso degli anni, però, ha subito un rapido e costante declino.

La sua dismissione è stata disposta a partire dagli Anni ‘80, mentre dagli Anni 2000 è stata abbandonata a sé stessa. In balia di vandali e microcriminalità, la struttura non è stata mai messa al centro di valide iniziative, in grado di determinarne il rilancio. Era stata inserita nel progetto della Spina 3, per il quale sarebbe dovuto diventare un centro per uffici, artigianato e commercio. Nulla di tutto ciò, ovviamente, è stato fatto, poiché il complesso è stato lasciato ad incursione di abusivi, che hanno anche visibilmente danneggiato le finestre.

Ora, dopo numerose peripezie, sembra che una soluzione sia stata trovata. La cooperativa sociale Casa dell’Immacolata, specializzata nella gestione di strutture dedicate all’ospitalità per anziani (prevalentemente non autosufficienti, ma non solo), ha inoltrato al Comune di Torino una proposta di acquisto per questo stabile di quattro piani. Una prospettiva interessante, poiché questo ente è già operativo nella nostra regione e in Liguria in questo settore. Inoltre, con l’arrivo della casa per gli anziani, sarà possibile procedere con la bonifica del tetto, che è in amianto.

Correlato:  Torino, una cabina telefonica rosa in centro: i curiosi si chiedono il motivo

L’acquisto dovrà essere formalizzato a fronte di un esborso di mezzo milione di euro. Nella struttura ci sarà spazio per 80 posti letto, mentre il progetto includerà anche, al piano terra, una superficie di 1600 metri quadrati sulla quale parcheggi e un giardino d’inverno, che sarà al coperto e aperto a tutti. Per la realizzazione di tutte queste operazioni, gli investitori privati metteranno a disposizione una cifra di 6 milioni euro.

 

(Foto tratta da Museo Torino)



Commenti

SHARE