Home Arte Musei gratis, a Torino torna #Domenicaalmuseo: domani tante strutture aperte gratuitamente

Musei gratis, a Torino torna #Domenicaalmuseo: domani tante strutture aperte gratuitamente

SHARE
Tempo di lettura: 1 minuto

Musei gratis, a Torino torna #Domenicaalmuseo: nella giornata di domenica 3 febbraio tante strutture saranno aperte gratuitamente

I musei gratis, a Torino, tornano a essere accessibili grazie all’iniziativa #Domenicaalmuseo.

Il progetto, portato avanti dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali, sarà nuovamente riproposto nella giornata di domenica 3 febbraio. In tale data sarà concesso l’ingresso a titolo gratuito in numerose delle strutture culturali sparse sul territorio cittadino e della provincia.

Ovviamente saranno aperti i Musei Reali, con biglietteria unica presso Palazzo Reale, in piazzetta Reale 1 (con orario 09:00-18:00).

Nello specifico, saranno disponibili:

– Armeria Reale: dalle ore 09:00 alle ore 19:00, con ultimo ingresso ore 18:30;

– Galleria Sabauda: dalle ore 09:00 alle ore 19:00, con ultimo ingresso ore 18:30;

– Museo di Antichità (Archeologico): dalle ore 09:00 alle 19:00, con ultimo ingresso ore 18:30;

– Palazzo Reale: dalle ore 09:00 alle ore 19:00, con ultimo ingresso ore 18:30;

– Giardini Reali: dalle ore 09:00 alle ore 19:00;

– Palazzo Carignano: dalle ore 10:00 alle 18:00, con ultimo ingresso 17:00;

– Villa della Regina: dalle ore 10:00 alle 18:00, con ultimo ingresso 17:00.

Per coloro che invece si trovano fuori Torino o che hanno intenzione di trascorrere una domenica lontana dalla città, è possibile visitare, in Piemonte, altre splendidamente attrazioni.

Correlato:  Il raduno delle mongolfiere a Mondovì inizia oggi: in arrivo palloni e piloti da tutta Europa

Riportiamo di seguito le strutture disponibili e i relativi indirizzi e contatti:

– Castello Ducale di Aglié;

– Castello e parco di Racconigi;

– Città Romana a Monteu da Po;

– Ecomuseo di Alpignano;

– Museo Archeologico Caburrum di Cavour;

– Abbazia di Fruttuaria a San Benigno Canavese;

– Ecomuseo di Alpignano.

Per ulteriori dettagli e informazioni è possibile consultare il sito del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali.



Commenti

SHARE