Home Articoli HP Santuario di Oropa, alla scoperta di gioiello piemontese

Santuario di Oropa, alla scoperta di gioiello piemontese

SHARE
Tempo di lettura: 1 minuto

Situato sull’omonimo Sacro Monte il Santuario di Oropa dal 2003 è stato proclamato patrimonio dell’Unesco. Nella provincia di Biella si può trovare uno dei più prestigiosi gioielli della cultura piemontese.

Santuario di Oropa, monumento artistico e religioso

Il Santuario sin dal lontano 1300 ospita la celebre statua della Madonna Nera, meta di pellegrinaggi cristiani e fautrice (secondo la più credente tradizione) di svariati miracoli nella zona.

Stando al parere degli esperti il Santuario di Oropa sarebbe stato costruito nel 1200; stando invece a quanto riportato dalla tradizione (non confermata) l’intera costruzione sarebbe stata voluta da Sant’Eusebio nel IV secolo e sarebbe stata il primo passo verso la scristianizzazione dell’area circostante.

Santuario di Oropa, organizzazione e luoghi da visitare

Il Santuario è oggi composto dalla Basilica Antica, dalla Basilica Nuova, dal Museo dei Tesori, dall’Appartamento Reale, dal Sacro Monte e dall’Osservatorio Meteorosismico (questo visitabile esclusivamente su prenotazione).

A tutto ciò si aggiungono la Biblioteca e gli edifici laterali, alloggi per più di trecento pellegrini.

Nell’area del Santuario di Oropa si trovano poi dodici splendide cappelle edificate tra il Seicento e il Settecento e dedicate alla vita della Madonna.

  • Immacolata Concezione di Maria
  • Natività di Maria
  • Presentazione di Maria al Tempio
  • Dimora di Maria al Tempio
  • Sposalizio di Maria
  • Annunciazione
  • Visitazione
  • Natività di Gesù
  • Purificazione di Maria
  • Nozze di Cana
  • Assunzione di Maria
  • Del Paradiso (ossia dell’Incoronazione di Maria in cielo).

Non solo sacralità

Situato a 1159 metri di altitudine il Santuario di Oropa rappresenta anche un ambito punto di arrivo per gli amanti della montagna, dell’aria buona e delle passeggiate.

Da maggio a settembre si può trovare aperto al pubblico anche il grande Giardino Botanico, oasi del WWF per la flora alpina.

Ulteriori informazioni sul Santuario e sulle molteplici attività al suo interno, sono disponibili sul sito.



Commenti

Correlato:  Caselle Open Mall, grandi novità per l'immenso parco commerciale nei pressi dell'aeroporto
SHARE