Home Articoli HP FCA, Comau e Teksid possono essere cedute: Manley non chiude all’ipotesi e...

FCA, Comau e Teksid possono essere cedute: Manley non chiude all’ipotesi e ha ammesso trattative

SHARE
Tempo di lettura: 2 minuti

FCA, Comau e Teksid potrebbero essere cedute: dopo la vendita di Magneti Marelli, Manley non ha escluso l’ipotesi e ha ammesso la presenza di soggetti interessati alle due aziende

Tra le varie operazioni di FCA, Comau e Teksid non sembrano essere uno dei nodi prioritari del piano di investimenti del gruppo nel nostro Paese.
Poco più di un mese fa arrivarono le indiscrezioni di Bloomberg, che portarono alla luce le valutazioni dei vertici di Fiat Chrysler Automobiles circa la cessione della nota società di automazione e robotica industriale e del gruppo siderurgico italiano. Due realtà legate in maniera indissolubile a Torino. Comau vide la luce proprio nel capoluogo piemontese, nel 1973, mentre la sua sede principale, attualmente, è a GrugliascoTeksid, invece, era conosciuta originariamente come Fiat Ferriere, e fu fondata nel 1978 sempre nella nostra città.
In tempi non sospetti, Bloomberg ha sostenuto la sua tesi, secondo la quale l’operazione di cessione anche della sola Comau avrebbe un valore molto alto. Si parla di una cifra compresa tra 1,5 e 2 miliardi di dollari, che potrebbe essere messa sul piatto da investitori cinesi. Per la multinazionale statunitense operativa nei mass media, una simile trattativa potrebbe essere imbastita quest’anno e concludersi proprio entro la fine del 2019.

Le dichiarazioni di Manley in merito alle indiscrezioni

A queste voci, Mike Manley ha voluto replicare a metà gennaio al Salone dell’Auto di Detroit affermando che le due aziende, al momento, non sono in vendita. Ciò però non significa che non possano essere cedute: l’amministratore delegato, infatti, nella stessa occasione, ha tenuto a precisare che nulla è da escludere. Il virgolettato delle dichiarazioni di Manley, che riprendiamo direttamente da Ansa, recita testualmente quanto segue: Voglio costruire valore in queste attività. Se sarò in grado di farlo, questo mi offrirà opzioni in futuro. Nel 2018 ho imparato una cosa: mai dire mai. Queste attività hanno un valore e ci sono state persone che ne hanno voluto parlare con noi”.
Questa ipotesi, se dovesse divenire realtà, rappresenterebbe la seconda cessione eccellente del gruppo FCA. Alla fine di ottobre del 2018, infatti, è stata ufficializzata la vendita di Magneti Marelli ai giapponesi di Calsonic Kansei, che si sono assicurati questa realtà imprenditoriale per una cifra di 6,2 miliardi di euro. Quelle di Comau sarebbero cifre sensibilmente più basse, ma comunque molto allettanti per FCA.
Dunque, Magneti Marelli è l’esempio al quale Manleyfa riferimento nelle sue dichiarazioni di metà gennaio. L’auspicio è che la cessione di Comau e Teksidrimanga una mera ipotesi di organi di stampa informati nel settore. Dopo la revisione del Piano Italia, questa sarebbe un’altra notizia a dir poco negativa.


Commenti

Correlato:  L’Ospedale Molinette al primo posto in Italia per numero di trapianti di organi
SHARE