Home Articoli HP “Sauze d’Oulx è un Graal innevato”: Lonely Planet incorona il gioiello torinese

“Sauze d’Oulx è un Graal innevato”: Lonely Planet incorona il gioiello torinese

SHARE
Tempo di lettura: 1 minuto

“Sauze d’Oulx è un Graal innevato”: Lonely Planet incorona il gioiello torinese, inserito in cima alla lista delle località sciistiche da non perdere

Sauze d’Oulx è sicuramente una delle mete sciistiche maggiormente apprezzate dai torinesi e dai turisti, in particolar modo nella stagione invernale.
Un piccolo gioiello, della cui bellezza si è accorta anche Lonely Planet. La famosa casa editrice australiana ha infatti esplorato da cima a fondo la nostra regione, eleggendola come la più bella del mondo nella nuova edizione della sua guida. Tra le numerose meraviglie da visitare figura dunque anche Sauze d’Oulx.
Per gli autori della guida, questa piccola località si configura come un “Graal innevato“: un paragone di grande prestigio, che accomuna la cittadina al sacro calice dal quale bevve Gesù nell’ultima cena.
Nella guida si legge che un soggiorno di sei giorni in alta stagione può avere un costo anche minore di 200 euro. Un prezzo invitante, che fa capire quanto questa sia una delle località sciistiche più belle e a buon mercato reperibili in Europa.
Viene inoltre lodata la bellezza del centro antico e dei locali presenti, oltre che del cibo e dell’offerta culturale. Una serie di condizioni che lanciano Sauze d’Oulx a pieno merito tra le otto meraviglie europee del suo genere.
Tra le altre bellezze citate, Lonely Planet propone anche località di Francia, Spagna, Germania, Slovacchia, Polonia e Slovenia (in questo ordine). A risaltare, però, è il primo posto guadagnato da questo angolo di Paradiso tutto torinese, capace di far innamorare per le sue aree sciistiche immense e per le sue diversità.
(Foto tratta da Vialattea)


Commenti

Correlato:  Olimpiadi invernali 2026 a Torino? Stoccolma e Innsbruck si fanno da parte
SHARE