Home Articoli HP In provincia di Torino sorgerà un invaso da 18 milioni di metri...

In provincia di Torino sorgerà un invaso da 18 milioni di metri cubi di acqua: progetto per le Valli di Lanzo

SHARE
Tempo di lettura: 1 minuto

In provincia di Torino sorgerà un invaso da 18 milioni di metri cubi di acqua: progetto per le Valli di Lanzo per la produzione di energia elettrica

Un nuovo progetto potrebbe cambiare il volto di una parte delle Valli di Lanzo: in provincia di Torino sarà costruito un invaso da 18 milioni di metri cubi di acqua.
Si tratta di un’iniziativa con obiettivi molto ambiziosi, che punta alla realizzazione di una enorme struttura in Val di Viù.
Nello specifico, l’invaso dovrà essere in grado di contenere quasi 18 milioni di metri cubi d’acqua. Tra le sue funzioni ci sarà anche quella della produzione di energia elettrica, in una quantità stimata di 10 giga. Inoltre, nel caso in cui si verifichino periodi di siccità,a struttura dovrà provvedere al rifornimento idrico potabile a migliaia di utenze e ai campi della pianura Torinese, mettendo anche a disposizione un serbatoio utile per gli elicotteri per pescare acqua in caso di incendi.
Questo progetto era stato studiato già negli anni Settanta. All’epoca, però, si parlava di un complesso da 50 milioni di metri cubi di acqua. L’attuale proposta, portata avanti dall‘ingegner Ersilio Troglia Ieri, è stata ritenuta invece praticabile dalla Regione (dagli Assessori di competenza). Pertanto, a breve sarà aperto un tavolo tecnico coordinato dalla Regione, al quale prenderanno parte Smat, Città Metropolitana, Unioni Montane e Comuni interessati dall’opera. Questi ultimi saranno, per la precisione, GermagnanoTraves e Viù. In questa occasione saranno effettuate le valutazioni necessarie per definire diversi aspetti di questo progetto.
Per la realizzazione di tale invaso saranno necessari ben cinque anni. I lavori prevedono la costruzione di un muro di sbarramento alto 75 metri, che sorgerà sulla Stura in località Murai. I cantieri dovranno essere supportati da un investimento da 100 milioni di euro. Una somma non indifferente, necessaria per dotare la provincia di un complesso di sicura utilità.
(Foto tratta da Wikipedia)


Commenti

Correlato:  Turismo, a Torino quasi un milione e mezzo di turisti nel 2018: +14% in due anni
SHARE