Home Articoli HP Rinasce l’edicola Liberty di piazza Castello: riaprirà a breve con interessanti novità

Rinasce l’edicola Liberty di piazza Castello: riaprirà a breve con interessanti novità

SHARE
Tempo di lettura: 1 minuto

Rinasce l’edicola Liberty di piazza Castello: il piccolo chiosco riaprirà a breve con interessanti novità

L’edicola Liberty di piazza Castello rinasce.
Uno degli angoli della storica piazza si appresta a riaprire con interessanti novità, a quasi un anno di distanza dalla sua chiusura.
Il piccolo chiosco era stato chiuso durante il mese di marzo dell’anno scorso. Il precedente titolare aveva deciso di abbassare la saracinesca in quanto la sua attività era vincolata alla sola vendita di giornali e riviste.
Dopo diversi mesi, nuovi investitori si sono fatti avanti e hanno deciso di lanciarsi in questa nuova sfida, una volta ottenuto il via libera dal proprietario.
Così, recentemente sono stati avviati i lavori per la sua ristrutturazione, per i quali sono stati impegnati diversi operai. Entro massimo due mesi l’edicola riaprirà i battenti e non venderà solo giornali e riviste, ma anche gadget.
I gestori, in questo modo, hanno dato una nuova speranza a un angolo della piazza lasciato al suo destino. Una buona notizia, per residenti e turisti, che vedono risorgere un’attività di riferimento per le numerose persone di passaggio quotidianamente.
piazza Castello verrà riconsegnata una delle sue attrazioni, invariata nell’aspetto esteriore, ma rinnovata al suo interno.
Si tratta di uno dei numerosi episodi di rilancio delle edicole in città. Nel capoluogo piemontese, nell’ultimo periodo, diverse zone sono state interessate dal recupero di edicole e punti vendita di tipologia simile.
Una tendenza positiva che si è consolidata via via nel tempo per ridare slancio al piccolo commercio e per restituire vigore a delle attività che, con i cambiamenti degli ultimi anni nelle abitudini di reperire informazioni (internet, più di ogni altra cosa), stavano gradualmente sparendo.


Commenti

Correlato:  Arrivano 700mila euro per le imprese di Torino che investono sul digitale
SHARE