Home Articoli HP Ospedale Molinette, il robot chirurgo “Da Vinci” asporta per la prima volta...

Ospedale Molinette, il robot chirurgo “Da Vinci” asporta per la prima volta la prostata a un 74enne

SHARE
Tempo di lettura: 1 minuto

Ospedale Molinette, il robot chirurgo “Da Vinci” asporta per la prima volta la prostata a un 74 enne, un paziente a rischio da diversi anni

All’Ospedale Molinette il robot chirurgo “Da Vinci ha asportato per la prima volta la prostata a un paziente di 74 anni.
L’anziano, che presentava rischi di sanguinamento per problemi cardiologici, è portatore di doppio trapianto di rene. Un caso molto particolare e delicato, visto che l’uomo doveva essere sottoposto a un’operazione ad altissimo rischio con la tecnica tradizionale. Rischi azzerati grazie all’utilizzo del robot “Da Vinci”, che è stato manovrato alla perfezione dai chirurghi addetti alla realizzazione dell’intervento.
Nella struttura ospedaliera della Città della Salute di Torino è stato possibile, grazie alle caratteristiche del macchinario (flessibile ed eclettico), asportare la prostata con successo nonostante il ridotto spazio di manovra, dato dai due precedenti trapianti di rene. Senza contare che il suo rischio elevato di sanguinamento (da ben 18 anni) età dato dalla continua assunzione di anticoagulanti per problemi al cuore.
L’intervento è perfettamente riuscito e l’anziano sta terminando la sua degenza. Una ottima notizia, visto che poche operazioni di questo genere sono state portate a termine in tutto il mondo. Una circostanza che conferisce maggiore prestigio alla sanità torinese e ne aumenta l’appeal per la sua efficienza in campo di innovazione tecnologica.


Commenti

Correlato:  Il Battello Valentino tornerà a navigare, ma non a Torino: Gtt venderà l'imbarcazione
SHARE