Home Articoli HP Pista ciclabile Torino – Milano, percorso da 82 km entro il 2020...

Pista ciclabile Torino – Milano, percorso da 82 km entro il 2020 per unire le città: firmato il protocollo di intesa

SHARE
Tempo di lettura: 1 minuto

Pista ciclabile Torino – Milano, percorso da 82 km entro il 2020 per unire le città: firmato il protocollo di intesa, entro la fine del prossimo anno si potrà percorrere il tratto

 

La pista ciclabile Torino – Milano è in arrivo: una grande novità per collegare le due città.

Il capoluogo piemontese e il capoluogo lombardo si doteranno, entro la fine del prossimo anno, di un tratto di circa 82 km, che sarà interamente percorribile con la bici.

 

Nello specifico, la pista sarà realizzata dal Canale Cavour. Il punto di partenza sarà tra Chivasso e Crescentino. In seguito, il tragitto arriverà a Galliate e al Ticino, per poi giungere, tramite Turbigo, alla pista ciclabile di Sesto Calende. Le destinazioni saranno Abbiategrasso e i Navigli, con conseguente arrivo a Milano.

Il protocollo d’intesa è stato sottoscritto da tutte le parti interessate già all’inizio del 2017. Tra i firmatari figurano la Regione Piemonte, le province di Vercelli e Novara,  i proprietari dei parchi del Ticino, del Po, della Collina torinese e del Lago Maggiore. Hanno aderito al protocollo anche la Coutenza del Canale Cavour e il Consorzio ovest e il Consorzio est.

Il protocollo ha delegato alla Città Metropolitana di Torino la stesura del progetto. Progetto affidato all’ingegner Luigi Spina, che ha già realizzato tutte le piste ciclabili della provincia torinese e alcune di quelle cittadine (come quella di corso Inghilterra).

Correlato:  Meteo, a Torino settimana soleggiata, ma resta il grande freddo

Le risorse economiche necessarie per la realizzazione dell’opera sono molto imponenti. Si parla infatti di una cifra pari a 25 milioni di euro. Somma reperito in parte grazie ai finanziamenti delle amministrazioni regionali, con la destinazione di alcuni milioni a bilancio.

La fine dei lavori è fissata, nella migliore delle ipotesi, per la fine del 2020.

Si tratta di un altro importante sul cicloturismo dopo VenTo, il tracciato da 700 km che unisce Torino e Venezia. Questo settore è sempre più al centro dell’attenzione per il Piemonte, che mira a creare una forte rete locale di trasporto ecologico.



Commenti

SHARE