Home Articoli HP L’Ospedale Regina Margherita rischia il taglio di quasi 200 posti letto: appello...

L’Ospedale Regina Margherita rischia il taglio di quasi 200 posti letto: appello per salvarlo

SHARE
Tempo di lettura: 1 minuto

L’Ospedale Regina Margherita di Torino rischia di perdere quasi 200 posti letto: appello per salvare l’ospedale infantile con una raccolta firme

L’Ospedale Regina Margherita di Torino rischia di perdere quasi 200 posti letto.
È questa la sconvolgente notizia che riguarda una delle eccellenze più riconosciute a livello locale e nazionale nell’ambito della sanità infantile.
La struttura ospedaliera di piazza Polonia rischia di vedere tagliati i suoi posti letto da 270 unità ad appena 90 (comprendendo anche il Sant’Anna con il suo polo materno infantile). Questo perché, secondo le indiscrezioni legate alla costruzione del Parco della Salute, sarà proprio quest’ultimo ad accogliere molte delle funzioni che sono state finora svolte negli ospedali torinesi citati attraverso il Parco l’Infantile.
Inoltre, come fatto notare dagli ideatori della petizione per salvare l’ospedale infantile (che ha già superato quota 10mila firme in poche ore), alcune funzioni saranno eliminate. Tra queste, mancherà il nosocomio appositamente dedicato alle bambine e ai bambini.
Il destino della struttura assume dunque connotati misteriosi, almeno secondo le ragioni portate avanti dai sostenitori di questa raccolta firme. Al contrario, la Regione afferma che non ci saranno grandi variazioni e che bisognerà attendere di capire dettagliatamente cosa prevederà il progetto del Parco della Salute.
Insomma, una situazione ancora poco chiara, che però tocca la sensibilità di tanti torinesi, i quali intendono salvare il più antico Ospedale Pediatrico d’Italia, nato nel 1843.


Commenti

Correlato:  Trasporti, ufficializzate le modifiche per le multe sui mezzi pubblici: tanti i cambiamenti