Home Articoli HP Il Museo Egizio ricerca un Manutentore Polivalente: come candidarsi e scadenza del...

Il Museo Egizio ricerca un Manutentore Polivalente: come candidarsi e scadenza del termine di presentazione della domanda

SHARE
Tempo di lettura: 4 minuti

Il Museo Egizio ricerca un Manutentore Polivalente: dettagli dell’offerta, modalità di invio della candidatura e scadenza del termine di presentazione della domanda

 

Il Museo Egizio è alla ricerca di un manutentore polivalente.

 

Il museo di via Accademia delle Scienze 6 è alla ricerca di una figura professionale per questa posizione, da inserire in breve tempo. Di seguito analizziamo requisiti e compiti del manutentore polivalente, modalità e termine di scadenza per la presentazione della propria candidatura.

 

Caratteristiche e compiti del manutentore polivalente

 

La risorsa ricercata dal Museo Egizio è dotata di una specifica formazione tecnica, dispone di documentata esperienza nella supervisione di protocolli manutentivi impiantistici (elettrici, speciali, termofluidici) in ambienti museali, o comunque ad alta 
esposizione di valore e di presenze.

 

Il neoassunto dovrà essere una figura autonoma, in grado di relazionarsi in maniera proattiva con i fornitori esterni al fine di ottimizzarne l’azione. Il candidato ideale dovrà inoltre avere la capacità di intervenire sui settaggi impiantistici attraverso l’uso di piattaforme di monitoraggio integrato, oltre a una comprovata conoscenza diretta dei principi di funzionamento di macchinari e componenti.

 

Il manutentore assunto dovrà eseguire anche piccoli interventi di manutenzione a carattere preventivo (o su chiamata per guasto semplice) ed effettuare attività di prima assistenza (per garantire il corretto funzionamento degli impianti e consentire il normale svolgimento dell’attività museale).


La risorsa sarà impegnato in attività fondamentali come la diagnostica, l’effettuazione di riparazioni primarie e la prevenzione di guasti e anomalie, con il compito risorsa di coadiuvare la funzione dei servizi generali essenziali come la manutenzione ordinaria e straordinaria della struttura e degli impianti e lo smaltimento dei rifiuti derivanti dalle attività di manutenzione.

 

Oltre alle funzioni appena citate, il manutentore dovrà essere in grado di collaborare alle attività di supporto per la messa in opera degli allestimenti museali permanenti e temporanei.

 

Il manutentore polivalente si dovrà dunque occupare di:

– fornire assistenza tecnico-manutentive polivalente e/o complessa, anche operando con un certo livello di autonomia in riferimento ai vari livelli dell’attività; 

– effettuare, in sinergia con il coordinatore del servizio, l’attività di supervisione alla manutenzione 
preventiva, ordinaria e straordinaria, dei seguenti impianti: 
1. impianti elettrici (prese luci, ups, gruppo elettrogeno etc) 
2. impianti meccanici (U.T.A. ventilo a pavimento, fan coil etc) 
3. impianti termo fluidici (pannelli radianti, pompe di circolazione, pompe di calore, pompe sommerse 
ecc) 
4. impianti speciali (antintrusione, antincendio, videosorveglianza, evac, rete dati) 
5. impianti elettronici (B.M.S. Siemens -o assimilabili-, controlli automatici accensione/spegnimento 
luci) 
6. porte automatiche 
7. ascensori e scale mobili 
8. carro ponte.

 

Correlato:  Apre Bakery House a Torino, in città arriva la pasticceria anglo-americana

Dettagli dello svolgimento delle funzioni

 

Il manutentore polivalente sarà inserito nel reparto: Ufficio tecnico.

 

Effettua il servizio manutentivo con 
efficienza e spirito proattivo, sia in condizioni ordinarie che di particolare urgenza, presentando al coordinatore del servizio brevi relazioni sugli interventi effettuati, sulle verifiche programmate e sulle necessità di intervento.


Il neoassunto dovrà essere disponibile al lavoro su tre turni programmati con due turnazione 6 giorni su 7 e una centrale 5 giorni su 7.


La risorsa si relazionerà al gruppo di lavoro dell’Ufficio Tecnico in modo cooperativo e responsabile, in rapporto alle molteplici esigenze che si possono presentare nel corso dell’attività da svolgere in sinergia o in autonomia. 
il candidato selezionato dipenderà funzionalmente dal coordinatore del servizio manutenzione e, per via 
gerarchica, dal responsabile della funzione service.

 

Requisiti di ammissione alla selezione


Per l’ammissione alla selezione è richiesto il possesso dei seguenti requisiti:


  1. a) Requisiti generali: 
    Godere dei diritti civili e politici; 
    • Non avere condanne penali passate in giudicato o non essere in stato di interdizione o non essere oggetto di provvedimenti di prevenzione o di altre misure; 
    • Avere l’età minima richiesta dalla legge per lo svolgimento della prestazione di lavoro; 
    • Avere idoneità psico-fisica a ricoprire il posto di lavoro, con facoltà per la Fondazione di esperire appositi accertamenti nelle forme di legge. 
    • Per i candidati non aventi cittadinanza italiana, adeguata conoscenza dalla lingua italiana; 
    b) Requisiti specifici: 
    • esperienza lavorativa consolidata in attività assimilabili; 
    • Conoscenza delle modalità operative applicate al comparto della manutenzione di immobili complessi; 
    • Capacità di relazioni interpersonali; 
    • Abilità a trattare con informazioni riservate; 
    • Capacità e volontà di precisione, attenzione al dettaglio, capacità di definizione delle priorità, capacità di gestione simultanea di diverse attività manutentive; 
    • Disponibilità a straordinari e a lavorare durante weekend e festivi.


I requisiti di ammissione dovranno essere posseduti e mantenuti al momento di presentazione della 
domanda.

 

Correlato:  Babbi Natale al Regina Margherita: il 3 dicembre ci sarà il raduno dei Santa Claus torinesi per i bimbi in ospedale

Contratto e Inquadramento proposti


Il candidato selezionato sarà assunto con contratto a tempo determinato. 

La sede di lavoro è Torino e il rapporto previsto è full time, area B, livello B2, ai sensi del CCNL Federculture, con il trattamento economico lordo mensile pari a euro 1.584 per 14 mensilità. Ove si  
riscontrassero particolari abilità e professionalità consolidate la Fondazione è disponibile a valutare 
livello e trattamento economico adeguato con analisi di retribuzioni precedenti. Il rapporto di lavoro 
sarà costituito con patto di prova pari a 3 mesi di effettivo lavoro.

 

Modalità di presentazione della domanda

 

La domanda di ammissione alla selezione, da presentare in lingua italiana, dovrà essere redatta in carta semplice, carattere leggibile e debitamente sottoscritta dal candidato. 

 

Nella domanda di ammissione il candidato dovrà dichiarare, sotto la propria responsabilità:


  1. Le proprie generalità (nome, cognome, data e luogo di nascita, stato civile, cittadinanza), il luogo di residenza e domicilio, se diverso, nonché il recapito telefonico e e-mail presso il quale desidera ricevere le comunicazioni inerenti al presente avviso di selezione di  
    personale;
    b. Di godere dei diritti civili e politici; 
    c. Di non avere condanne penali passate in giudicato o non essere stato in stato di interdizione o non essere oggetto di provvedimenti di prevenzione o di altre misure; 
    d. Di avere idoneità psico-fisica a ricoprire il posto di lavoro; 
    e. il titolo di studio, con l’indicazione della data del conseguimento e dell’esatta denominazione 
    di chi lo ha rilasciato; 
    f. Di essere disponibile a straordinari e a lavorare durante weekend e festivi; 
    g. Di essere disponibile a lavorare su turni programmati.


Alla domanda dovrà essere allegata la seguente documentazione: 
a. Scansione di un documento di identità in corso di validità, che si intenderà prodotta con riferimento alle dichiarazioni relative a stati, qualità personali e fatti contenute nella 
domanda e nella documentazione allegata, per le finalità previste dagli articoli 46 e 47 del D.P.R. 28 dicembre 2000, n.445; 
b. Curriculum vitae datato e sottoscritto con firma autografa; 
c. Relazione, di non più di due pagine, in cui vengono illustrate le capacità e le competenze maturate, con indicazione dei dettagli relativi a: mansioni, responsabilità, esperienze 
acquisite e consolidate nelle precedenti attività lavorative svolte (opportuna una breve descrizione dell’ente e della struttura organica e delle relazioni funzionali in cui e con cui si è 
sviluppata la propria attività lavorativa) 
d. Scansione di fototessera a colori. 

La domanda di ammissione alla selezione dovrà essere presentata entro e non oltre le ore 12:30 del 31 gennaio 2019. La domanda e i relativi allegati potranno essere trasmessi solo, pena la non ammissione alla procedura di selezione, a mezzo posta elettronica all’indirizzo hrselezione@pec.museoegizio.it.

 

Correlato:  Decathlon assume a Torino: posizioni aperte negli store della città e della provincia

L’oggetto della comunicazione a mezzo posta elettronica e la documentazione di cui al punto precedente dovrà, pena la non ammissione alla selezione, indicare quale oggetto “SELEZIONE PER 

MANUTENTORE POLIVALENTE”.

 

Esito della selezione

 

L’esito della Selezione sarà reso noto unicamente mediante pubblicazione sul sito internet della Fondazione con la dicitura “Valutazione terminata: candidato selezionato”.

 

Infine, per quanto riguarda l’assunzione, questa verrà formalizzata attraverso la stipula di un contratto individuale di lavoro subordinato a tempo determinato della durata di 12 mesi, con possibilità di eventuale proroga qualora necessaria.

Per ulteriori informazioni e informazioni è possibile consultare il sito del Museo Egizio, nella specifica sezione dedicata, all’indirizzo https://museoegizio.it/lavora-con-noi/selezione-del-personale/. Qui sarà possibile reperire e scaricare i file dell’Avviso di selezione e della Domanda di partecipazione.



Commenti

SHARE