Home Articoli HP Ospedale Sant’Anna di Torino al top nell’assistenza alle donne con sclerosi multipla:...

Ospedale Sant’Anna di Torino al top nell’assistenza alle donne con sclerosi multipla: premio da ONDA

SHARE
Ospedale Sant’Anna di Torino al top nell’assistenza alle donne con sclerosi multipla: premio da ONDA
Ospedale Sant’Anna di Torino al top nell’assistenza alle donne con sclerosi multipla: premio da ONDA
Tempo di lettura: 1 minuto

Ospedale Sant’Anna di Torino al top nell’assistenza alle donne con sclerosi multipla: riconoscimento conferito da ONDA

L’Ospedale Sant’Anna di Torino è stato premiato per essere al top nell’assistenza alle donne con sclerosi multipla.
La struttura ospedaliera della Città della Salute di Torino ha ricevuto questo riconoscimento da ONDA, l’Osservatorio Nazionale sulla Salute della Donna. In particolare,l’Osservatorio ha voluto sottolineare il grande impegno offerto dal Sant’Anna e la qualità del primo Servizio interdisciplinare per la tutela della salute riproduttiva della donna con sclerosi multipla.
La sclerosi multipla è una patologia molto più diffusa di quanto si possa pensare, che colpisce prevalentemente le donne. Principalmente si manifesta in donne in età fertile: per questo, dunque, occorre prestare particolare attenzione alle problematiche relative alla salute riproduttiva delle pazienti affette da sclerosi multipla.
Ogni anno, in Italia, sono migliaia i casi registrati. Parliamo di una malattia autoimmune, cronica e degenerativa, che va a colpire il sistema nervoso centrale e interessa oltre 118mila persone nel nostro Paese. La diffusione è doppia tra le donne rispetto agli uomini. Una vera e propria emergenza, con la quale si trovano a fare i conti principalmente persone di età compresa tra i 20 e i 40 anni.
Un riconoscimento di prestigio per l’Ospedale Sant’Anna di Torino, che si conferma affidabile su più fronti e all’altezza delle situazioni più difficili. Una struttura attrezzata, punto di riferimento per pazienti che necessitano di cure e assistenza di altissima qualità.


Commenti

Correlato:  Da lunedì sarà in vendita il marchio del Salone del Libro: Torino rischia di perdere l'evento