Home Articoli HP Casa Martini: eccellenza torinese tutta da scoprire!

Casa Martini: eccellenza torinese tutta da scoprire!

2250
SHARE
Casa Martini: eccellenza torinese tutta da scoprire!
Tempo di lettura: 1 minuto

A Pessione di Chieri, appena fuori Torino, un’insegna blu sovrasta l’ingresso di un casolare bianco e recita “Stabilimenti enologici Martini & Rossi”.

Casa Martini fondata nel 1863. Ebbene, questo luogo suggestivo e ricco di storia custodisce i segreti del successo del prestigioso marchio italiano da più di un secolo e mezzo, oltre ad essere il centro produttivo odierno dell’azienda.

Ospita al suo interno un ampio Museo relativo la sua storia e i suoi valori, disponibile per visite guidate: le 15 sale di cui questo è composto, conservano oltre 600 pezzi che tracciano la storia del vino dal periodo greco-romano fino alla metà del 900. Inutile aggiungere che, per gli appassionati di Enologia, la visita a questa cantina ricoperta di suggestivi mattoni a vista, costituisce un vero e proprio Eden sulla terra! Tuttavia, l’azienda non è solo vino, è anche cocktails. Su questo presupposto nascono le iniziative “Make your own Vermouth” e “Martini Cocktail Experience”, al fine di far sperimentare ai visitatori l’esperienza di preparare uno dei tanti cocktails a base di Martini che hanno reso famosa l’azienda torinese nel mondo.

Aragione, non ci si dovrebbe mai stancare di sottolineare le origini di questa ditta così longeva e internazionale: La Martini è infatti uno di quei brand che nel mondo amano definire “un’eccellenza italiana”. Si da il caso poi, che questo prodotto di grande qualità abbia avuto i suoi natali proprio nella nostra bella Torino. Il Vermouth scorre nelle vene del capoluogo piemontese fin dalle sue origini quando Clemente Michel, Carlo Re, Eligio Baudino e Carlo Agnelli, (quest’ultimo nonno di Giovanni, fondatore del gruppo Fiat) nel lontano 1847 fondarono la “Distilleria Nazionale di Spirito di Vino all’uso di Francia – Deposito di rhum, absinthe, kirsch, cognac, curaçao” al 3bis di Via Maria Vittoria, in pieno centro città, dico io, più torinese di così!
Il cognome Martini tuttavia fa capolino in azienda solo in un secondo momento, quando un giovane Alessandro Martini, di appena 14 anni inizia la sua carriera come garzoncello all’interno della Distilleria. La sua ascesa ai vertici della ditta fu repentina e, a soli 17 anni, divenne socio e iniziò ad fruire dei primi utili. Da allora il prestigio del logo Martini è diventato sinonimo di classe e qualità in tutto il mondo perciò, parlando di Martini, non resta altro da aggiungere se non, come direbbe James Bond, «shaken, not stirred».

(credit foto: Martini & Rossi)

Correlato:  ToDays Festival 2018: programma completo e info utili!


Commenti

SHARE