Home Cronaca di Torino Cri – Cri: il cioccolatino nato da un amore

Cri – Cri: il cioccolatino nato da un amore

4960
SHARE
Tempo di lettura: 1 minuto

Cri – Cri: il cioccolatino nato da un amore

Da dove ha origine il nome del cri-cri? Per scoprire la risposta si deve tornare indietro nel tempo, per scoprire le origini del cioccolatino. Siamo alla fine del 1800.

 

Secondo una leggenda si raccontava che a Torino una ragazza, chiamata Cristina, lavorava come sarta cucendo abiti lussuosi per le signore dell’alta società della città sotto la Mole. Il suo dolce fidanzato, uno studente torinese, si era inventato per lei, il diminutivo di “Cri”.

 

Così a ogni appuntamento dei due fidanzatini, il ragazzo amava passare in una pasticceria e acquistare per Cristina cioccolatini rivestiti di zucchero. In negozio la commessa chiedeva al giovane della sua fidanzata dicendo “Cri?”. La risposta di lui era sempre esclamativa: “Cri!”. Dopo un po’ di tempo il proprietario del negozio decise che quei cioccolatini dovevano essere ribattezzati con il nome di “cri-cri” in onore dei due dolcissimi fidanzati. Il cioccolatino era perfetto: riassumeva le qualità della semplicità e della spensieratezza, proprio come i due giovani innamorati. Il cri-cri che oggi tutti conosciamo e gustiamo è “vestito” di cartine colorate, dal giallo al fucsia, riconosciuto per la sua forma circolare, caratterizzato da un cuore di nocciola, ricoperto di cioccolato e mompariglia, piccole sfere di zucchero.

Correlato:  "A tutta coda": i nostri amici animali protagonisti al Lingotto dal 13 al 16 ottobre

 

Il cri-cri è nato a Torino. Un dolce che ancora oggi è molto apprezzato. Ma non tutti conoscono la storia che si cela dietro quella sua carta colorata che racchiude il cioccolatino. Una leggenda che vive ancora oggi, grazie alla tradizione del cri-cri che prosegue con gli artigiani del cioccolato e resta patrimonio della pasticceria torinese e piemontese.

Marina Rissone



Commenti

SHARE