Home Articoli HP Linea 1 della metro di Torino, il prolungamento Collegno-Cascine Vica sarà pronto...

Linea 1 della metro di Torino, il prolungamento Collegno-Cascine Vica sarà pronto nel 2022

3781
SHARE
Tempo di lettura: 1 minuto

Il prolungamento della linea 1 della metro di Torino per Collegno e Cascine Vica sarà pronto nel 2022: circa quattro anni necessari per i lavori

La linea 1 della metro di Torino sarà prolungata entro il 2022 in direzione nord. Il nuovo tratto, che passerà da Collegno e Cascine Vica, dovrà essere ultimato entro i prossimi quattro anni.
Per dare il via alle opere, è stato aperto il bando per la progettazione. Si parte da una base di gara di un milione e 500mila euro. Infra.To assegnerà poi l’incarico di portare avanti le operazioni, che coinvolgeranno un percorso di 1650 metri di lunghezza.
La galleria partirà dall’attuale capolinea Fermi, e giungerà nel centro della cittadina. Dopodiché si dirigerà verso il Villaggio Leumann e Cascine Vica, all’altezza della tangenziale.
Le stazioni saranno costruite su due livelli. Saranno installati gli ascensori, che collegheranno la strada con gli altri e i treni.
Occorre precisare che tutta la galleria sarà scavata con il metodo tradizionale a foro cieco. Utilizzando questo metodo sarà possibile evitare di creare problemi alla viabilità sul percorso interessato dai lavori, poiché i cantieri saranno concentrati nelle zone designate e non saranno sparsi. Si avranno anche minori emissioni di rumori e polveri, oltre a un traffico più scorrevole.
Particolare attenzione sarà riservata al nuovo capolinea. Non si dovrà provvedere solo alla realizzazione della stazione, ma anche di un parcheggio di interscambio di circa 350 posti con le auto private.
L’appalto per le opere del primo lotto della metro è stato assegnato alla costituenda ATI “ASTALDI – NBI” per un importo pari a 61 milioni 692mila 160 euro. Al termine dei lavori, alla fine del 2022, le stazioni della metro saranno operative.


Commenti

Correlato:  "Il nome della rosa" diventa una fiction: la Rai lo propone in otto puntate