Home Articoli HP Arriva una nuova pista ciclabile a Torino: sarà disponibile a breve in...

Arriva una nuova pista ciclabile a Torino: sarà disponibile a breve in piazza Statuto

296
SHARE
Tempo di lettura: 1 minuto

Arriva una nuova pista ciclabile a Torino: sarà disponibile entro breve tempo in piazza Statuto, già partiti i lavori di realizzazione

Sta per arrivare una nuova pista ciclabile a Torino.
La notizia è molto recente: si tratta infatti di un tratto percorribile in piazza Statuto, che sarà disponibile in breve tempo. I lavori per la sua realizzazione sono già stati avviati nella mattinata di martedì 20 novembre, introducendo nelle parti interessate della piazza un elemento necessario per i ciclisti: una banchina rialzata.
Già, perché gli operi sono già al lavoro per dare vita a un percorso ciclabile che rispetti pienamente i parametri di sicurezza, per consentire alle bici di viaggiare in tranquillità nelle apposite aree.
La pista ciclabile in questione riguarda il lato ovest di piazza Statuto. Un’opera utile, che permettere di connettere i percorsi ciclabili nord-sud del Viale della Spina con quelli di corso Francia e piazza Statuto est.
La banchina precedentemente citata sarà disposta nel tratto compreso fra corso Principe Oddone ovest, via San Donato, via Cibrario e corso Francia. Una modifica richiesta dalle associazioni dei ciclisti, che hanno visto accolto un suggerimento da loro proposto, allo scopo di garantire un maggior ordine e l’incolumità di chi viaggia con il mezzo ecologico per eccellenza.
Un altro aspetto interessante di questo intervento riguarda il lato economico. Per la realizzazione di questa pista ciclabile non è stato necessario lo stanziamento di ulteriori fondi pubblici. Le operazioni, infatti, sono state inserite tra i lavori di sistemazione superficiale del Passante nel tratto fra via Grassi e corso Regina Margherita. Si è dunque fatto ricorso alle economie sui cantieri principali.
Una buona notizia, non solo per i residenti, ma anche e soprattutto per i sempre maggiori utenti dei servizi di bike sharing e degli amanti degli spostamenti con bici propria. Una novità che aiuterà a mantenere l’ordine in un punto della città caratterizzato da un traffico davvero impressionante.


Commenti

Correlato:  "Musei e Migranti. Gli strumenti per l'incontro": al Museo Egizio un interessante appuntamento sul rapporto tra i musei e la questione migratoria
SHARE