Home Articoli HP In arrivo 178 nuovi mezzi Gtt: sostituiranno gli autobus più inquinanti

In arrivo 178 nuovi mezzi Gtt: sostituiranno gli autobus più inquinanti

6463
SHARE
Tempo di lettura: 1 minuto

Torino, sono in arrivo 178 nuovi mezzi Gtt

Torino, sono in arrivo 178 nuovi mezzi Gtt.
Visti gli ultimi disservizi, incendi e altri problemi, causati dagli ormai logori autobus, l’azienda del trasporto pubblico torinese punta ad investire sul rinnovo del parco mezzi, mandando in pensione i vecchi veicoli Euro 2 ed Euro 3.
In virtù di ciò, la Città di Torino si appresta a presentare 178 nuovi autobus urbani: 125 saranno diesel Euro 6, mentre gli altri 53 saranno mezzi a metano.
La mossa di Gtt è stata accelerata per ringiovanire la flotta attuale e sostituire con urgenza i mezzi più vecchi e inquinanti che, nelle ultime settimane, stanno causando non pochi problemi.
Come di consueto, non sono mancate le polemiche per questa scelta di Gtt.
Infatti, molti torinesi si domandano perché l’amministrazione comunale abbia optato per l’acquisto di altri mezzi diesel, investendo meno su quelli a metano.
La domanda sorge spontanea, considerando che gli accordi internazionali di Parigi stabiliscono l’abolizione degli autobus diesel entro il 2030.
 
L’assessora ai Trasporti Maria Lapietra ha spiegato che non è stato possibile procedere all’acquisto di soli mezzi a metano in sostituzione di quelli a gasolio,  in quanto gli impianti di rifornimento sono al momento saturi.
Attualmente, un incremento del numero di veicoli, avrebbe comportato un costo aggiuntivo di circa 2 milioni di euro, una spesa che Gtt non può sostenere.
Il piano industriale prevede la sostituzione di veicoli a metano con nuovi veicoli a metano e la sostituzione di veicoli a gasolio con nuovi veicoli a gasolio.
La flotta complessiva di Gtt conta 476 mezzi. I primi 178 verranno acquistati con una procedura d’urgenza non ancora aggiudicata, mentre gli altri con una gara.
I nuovi mezzi Gtt contribuiranno a ridurre e stabilizzare i costi di manutenzione nonché ridurre le emissioni ambientali.
Dal prossimo bando, il Comune di Torino cercherà di non acquistare più veicoli diesel, ma punterà ad incrementare la flotta di veicoli elettrici, al momento ferma a soli 47 mezzi.


Commenti

Correlato:  A Torino "Ri-Generation" il negozio amico degli elettrodomestici