Home Articoli HP Il Washington Post esalta Torino e la inserisce tra le “mete da...

Il Washington Post esalta Torino e la inserisce tra le “mete da scoprire”

SHARE
Il Washington Post esalta Torino e la inserisce tra le “mete da scoprire”
Il Washington Post esalta Torino e la inserisce tra le “mete da scoprire”
Tempo di lettura: 1 minuto

Anche il Washington Post esalta Torino: il capoluogo piemontese è tra i luoghi trascurati dai flussi turistici

 

Il Washington Post esalta Torino e la mette tra le “mete da scoprire”.

 

Il capoluogo piemontese è stato inserito dal celebre quotidiano statunitense tra i posti “overlooked”, quelli cioè trascurati dai grandi flussi di turisti e che, invece, meriterebbero di essere scoperti.

 

Il Washington Post descrive Torino come una città in grado unire un aspetto regale ed elegante a un passato dalle forti influenze industriali. Il risultato è un mix di grande fascino architettonico, che presenta punti attrattivi davvero interessanti. In questo senso, viene dato grande risalto alle potenzialità culturali messe in campo dalla città della Mole, che propone musei davvero originali come, per esempio, i Musei Reali, la Cappella della Sindone, il Museo Nazionale dell’Automobile, la Porta Palatina, il Quadrilatero Romano e molto altro.

 

Torino è stata inserita nei luoghi “overlooked” insieme ad altre suggestive mete come Lubiana, Baffin Island e Siviglia. Si tratta di località che meriterebbero maggiore attenzione, in contrapposizione a realtà come Roma, Barcellona e altre realtà ben più famose e quotate (“overbooked”).

 

Insomma, un’altra grande soddisfazione per Torino e per il Piemonte, che raccolgono un altro prestigioso attestato di stima a livello internazionale dopo l’inserimento della nostra regione nella Guida Lonely Planet 2019.

Correlato:  Il Mercato del Pesce di Porta Palazzo rinasce: nuovi stand, un ristorante e street food


Commenti

SHARE