Home Articoli HP FCA, Fiat potrebbe essere lasciata all’Europa: ipotesi di fusione con PSA Peugeot,...

FCA, Fiat potrebbe essere lasciata all’Europa: ipotesi di fusione con PSA Peugeot, Citroen e Opel

28948
SHARE
FCA, Fiat potrebbe essere lasciata all’Europa: ipotesi di fusione con PSA Peugeot, Citroen e Opel
FCA, Fiat potrebbe essere lasciata all’Europa: ipotesi di fusione con PSA Peugeot, Citroen e Opel
Tempo di lettura: 1 minuto

FCA, Fiat potrebbe essere lasciata all’Europa: ipotesi di fusione con PSA Peugeot, Citroen e Opel, la richiesta da parte del fondo Adw Capital Management

 

Dagli Stati Uniti rimbalza un’indiscrezione misteriosa: stando alle richieste di Adw Capital Management, un fondo americano azionista di FCA, Fiat potrebbe essere destinato alla fusione con PSA (Peugeot, Citroen e Opel).

 

Una voce che getta un velo di mistero sulle strategie del gruppo, visto che a rivelarlo è stato l’autorevole settimanale americano Automotive News. La testata statunitense ha riportato le richieste (che sono state ascoltate con molte riserve), da parte del fondo sopracitato, di riorganizzare le attività di FCA nei vari continenti in cui è operativo.

 

Tra i punti cardine di questa riorganizzazione c’è il ritiro di Fiat dal mercato a stelle e strisce, in cui il marchio torinese non riesce ad ottenere risultati adeguati (come riportato anche diversi mesi fa). Al contrario, Fiat potrebbe essere lasciata all’Europa, dove pare avere molto più appeal. In questo senso, però, sarebbe destinato alla fusione con PSA, che comprende appunto Peugeot, Citroen e Opel.

 

Una notizia non confermata dai vertici del gruppo, che hanno da poco varato un piano industriale che va dal 2018 al 2022. Il cambio repentino nei ruoli chiave, che è avvenuto successivamente alla morte di Marchionne, potrebbe però cambiare le carte in tavola.

Correlato:  Aumentano gli iscritti al Politecnico di Torino, in calo quelli di UniTo

 

Mentre l’ipotesi di un accorpamento di Fiat a PSA appare una soluzione remota, sembra invece più concreta un’alleanza con General Motors o Ford negli USA. Qui sarà fondamentale il ruolo di Jeep, che sta regalando grandi soddisfazioni. Sullo sfondo restano le possibili collaborazioni con Kia e Hyundai, anche se Fiat Chrysler Automobiles sembra più propensa a un’asse con GM.

 

C’è infine un’ultima richiesta: lo scorporamento di Alfa Romeo e Maserati dal gruppo. Dovrebbe avvenire ciò che è già successo con Ferrari: la distinzione del brand per creare più utili. Uno scenario che, in questo caso, è seriamente da prendere in considerazione.

 

L’amministratore delegato Mike Manley ha affermato che il piano industriale di FCA sarà rispettato, anche se non è da escludere la possibilità di vedere realizzati alcuni di questi punti. Nel caso in cui tutto quello che è stato richiesto da Adw Capital Management andasse in porto, FCA si concentrerebbe quasi elusivamente su Jeep. Una situazione che, fino a qualche anno fa, era a dir poco inimmaginabile.



Commenti

SHARE