Home Ambiente A Torino una montagna artificiale per ridurre l’inquinamento: l’ultima trovata per combattere...

A Torino una montagna artificiale per ridurre l’inquinamento: l’ultima trovata per combattere lo smog

9755
SHARE
Tempo di lettura: 1 minuto

A Torino una montagna artificiale per combattere lo smog: il progetto di una montagna di spugna in grado di assorbire l’inquinamento

Torino una montagna artificiale per ridurre l’inquinamento: l’ultima trovata per combattere lo smog si chiama “Sponge Mountain“.
Un progetto alquanto ambizioso e, a primo impatto, molto strano. Si tratta, in realtà, di un piano dell’architetto Angelo Renna, che prevede la realizzazione di una montagna-spugna di altezza pari a 90 metri.
Un vero e proprio colosso realizzato dall’uomo per ridurre i danni alla natura, in grado di assorbire l’anidride carbonica che inquina l’aria di Torino.
Questa iniziativa, che prende il nome di Sponge Mountain, partirebbe dalla base della collaborazione di Renna con Success, un progetto multidisciplinare finanziato dal Consiglio di Ricerca di Ingegneria e Scienza Fisica del Regno Unito (EPSRC). L’idea sarebbe quella di realizzare una montagna per catturare il carbonio, che verrebbe realizzata mediante il terreno scavato durante la costruzione del tunnel ferroviario di alta velocità tra le città di Torino e Lione.
Ma perché proprio il terreno da impiegare dovrebbe essere quello del tanto discusso tunnel? Principalmente perché, stando a quanto riporta la ricerca di Success, il terreno in questione avrebbe un’elevata capacità di immagazzinare anidride carbonica (ne sono state rimossi sei milioni di tonnellate).
La costruzione avrebbe dunque il compito di assimilare passivamente le emissioni di anidride carbonica rilasciata nell’atmosfera dalle automobili, dalle fabbriche e dagli altri elementi urbani che provocano inquinamento. Questo metodo dovrebbe impedire all’anidride carbonica di propagarsi e di influire sul cambiamento climatico.
Si tratterebbe di un toccasana per Torino, che risulta essere una delle città maggiormente inquinate in Europa, con una concentrazione di particolato di 39 microgrammi per metro cubo. Numeri che vanno assolutamente migliorati per preservare la salute dei torinesi e la salubrità dell’ambiente.


Commenti

Correlato:  La scultura di piazza Benefica sarà spostata vicino al Grattacielo Intesa Sanpaolo