Home Articoli HP All’Ospedale Molinette di Torino arriva il robot che asporta il tumore senza...

All’Ospedale Molinette di Torino arriva il robot che asporta il tumore senza lasciare cicatrici

5651
SHARE
Tempo di lettura: 1 minuto

All’Ospedale Molinette di Torino arriva il robot che asporta il tumore e non lascia cicatrici: grande innovazione per la struttura torinese

Un’altra grande novità all‘Ospedale Molinette di Torino: è arrivato il robot che asporta i tumori senza lasciare cicatrici ai pazienti.
La struttura ospedaliera torinese ha eseguito, per la prima volta in tutta Europa, un intervento non invasivo di asportazione radicale di un tumore al retto. Una modalità di operazione molto innovativa, che non ha lasciato alcuna cicatrice al paziente grazie all’utilizzo un robot endoscopico. Lo strumento è stato inserito attraverso l’ano e l’operazione è andata a buon fine.
Il dispositivo prende il nome di Flex Robotic e si diversifica rispetto al famoso robot Da Vinci. La strumentazione impiegata, infatti, è in grado di risalire lungo il colon retto, attraversando l’ano con una telecamera e diversi strumenti chirurgici flessibili. Grazie a questi ultimi è possibile portare a termine l’asportazione totale e radicale del tumore dall’interno dell’intestino. Il colon viene invece ricostruito mediante una sutura chirurgica.
Una novità di sicura affidabilità e dalle caratteristiche uniche, che può migliorare notevolmente il processo di guarigione (oltre al procedimento dell’operazione) per tutti i pazienti che soffrono di una simile patologia. Torino fa dunque da apripista anche su questo fronte, con una sanità sempre più attenta all’innovazione.


Commenti

Correlato:  Fun Bob: il più veloce d'Europa è piemontese