Home Articoli HP Torino, al Teatro Gioiello il Festival Gipo celebra lo chansonnier di Barriera

Torino, al Teatro Gioiello il Festival Gipo celebra lo chansonnier di Barriera

1016
SHARE
Tempo di lettura: 2 minuti

Torino Spettacoli, proseguendo nell’impegno a sostegno dell’amore per la piemontesità e per l’amico Gipo, Farassino, protagonista per tanti anni sulle scene, propone da questa stagione il primo Festival Gipo, che si svolgerà al Teatro Gioiello dal 18 al 21 ottobre, nell’ambito del cartellone Piemonte in scena.

Il ricordo di Gipo  Farassino è entrato nei sentimenti di chi parla il piemontese, riconosciuto come “lingua” dall’Unesco, ma anche di coloro che hanno a cuore la tradizione della nostra terra. E sono numerosi gli emuli che desiderano ripercorrere con professionalità le sue orme; a cominciare dal film di Alessandro Castelletto, Gipo, lo zingaro di barriera, che inaugurerà il festival il 18 ottobre alle 21. Il ricavato sarà devoluto alla Fondazione Caterina Farassino. Saranno presenti alla serata Gian Mesturino ideatore della manifestazione, il regista , il protagonista del film Luca Morino, la figlia di Gipo, Valentina Farassino, amici e testimoni legati alla figura dell’artista e tutti i nuovi interpreti delle canzoni di Gipo, che presenteranno il loro repertorio nella sere successive.
Luca Morino, musicista frontman dei Mau Mau, aprirà la serata con una sequenza di brani tratti dal repertorio dello chansonnier torinese.

Ecco gli altri appuntamenti:

Venerdì 19 ottobre,  Mi e Gipo: spettacolo con le più famose canzoni scritte da Gipo Farassino, ideato da Tino Zerbini. Due ore all’insegna del sano umorismo piemontese in onore al grande chansonnier.

Correlato:  C'era un tempo in cui i tram transitavano su via Garibaldi a Torino...

Sabato 20 ottobre, Ciao Sumà: prosegue il viaggio di Sergin e la sua Sangon Blues Band, perpetuando la tradizione piemontese più genuina, quella dei “sumà” (amici), della bagna cauda, del vin brulè, con la colonna sonora delle canzoni di Gipo Farassino.
Uno spettacolo tutto nuovo, nel quale Sergin attinge al tessuto sociale torinese, cantando come si fa nella cene tra “sumà”.

Domenica 21 ottobre (ore 16) Alfatre Gruppo Teatro presenta Na seira ‘n piola, spettacolo di poesie, canzoni e monologhi in lingua piemontese su musiche e testi di Gipo Farassino e Carlo Artuffo: due personaggi che hanno contribuito a far conoscere anche alle nuove generazioni il piemontese, facendole divertire.

Alfatre Gruppo Teatro

Alle ore 21, il gruppo musicale Terzo Turno propone A son peui mach canson, un recital che intende ricordare lo chansonnier nel suo viaggiare in equilibrio precario fra i sentimenti più intimi della sua fanciullezza trascorsa nei cortili della vecchia Torino.



Commenti

SHARE