Home Articoli HP Sacra di San Michele, il monumento simbolo del Piemonte

Sacra di San Michele, il monumento simbolo del Piemonte

6771
SHARE

La Sacra di San Michele è una delle più eminenti architetture religiose del territorio alpino tra Italia e Francia

Sulla vetta del monte Pirchiriano, la magica Sacra di San Michele domina la Val di Susa.
La data di costruzione dell’edificio è incerta. Probabilmente è stato costruito tra il 996 e il 1003. Il complesso architettonico comprende l’Abbazia, la Foresteria, il Monastero Nuovo, la Nuova Chiesa e la torre della Bell’Alda.
La Foresteria è stata costruita verso la fine dell’XI secolo per accogliere i pellegrini che arrivavano sul monte. I monaci della Sacra di San Michele erano molto ospitali. Non è rimasto molto della Foresteria medievale. Infatti, è stata quasi interamente ricostruita tra il 1800 e il 1900.
Il Monastero Nuovo è stato costruito tra il XII e il XIV secolo. Si trova sul lato nord della Sacra. Questo edificio era destinato alla vita dei monaci. Al suo interno c’erano le celle, la biblioteca, la cucina, il refettorio e le officine. Oggigiorno possiamo ammirare solo le rovine del Monastero. Si tratta di pietre, mura e archi tipicamente medievali. 
La Nuova Chiesa è stata costruita tra il 1148 e il 1170. È un santuario in stile gotico-romanico. Attualmente è la chiesa che accoglie i visitatori e i pellegrini.
La torre della Bell’Alda si trova nel punto più isolato del Monastero Nuovo. Il nome della torre è legato al mito popolare della Bella Alda, appunto. La leggenda narra che Alda, una bella ragazza della zona, per sfuggire a dei soldati di ventura, di gettò dalla torre, ma rimase illesa. Successivamente la ragazza, per vanità e per soldi, tentò di buttarsi nuovamente dalla torre, ma stavolta morì sulle rocce su cui è arroccata la Sacra.
La Sacra di San Michele è avvolta da un alone di mistero e di magia. Stiamo parlando della linea magica di San Michele, una linea energetica che unisce tre abbazie dedicate all’Arcangelo Michele. Le altre due chiese di questa linea sono il Mont Saint Michel, nella regione della Normandia, in Francia, è Monte Sant’Angelo, in Puglia. Secondo gli esperti di magia bianca, il punto energetico sarebbe situato su una piccola piastrella del pavimento. Nella Sacra di San Michele, questo punto è stato individuato sulla sinistra della Chiesa, subito dopo l’entrata. In questo punto si percepirebbe la potente energia della linea di San Michele.
La Sacra può essere raggiunta attraverso tre percorsi. Uno la collega al paese di Chiusa di San Michele. Il secondo la collega al paese di Sant’Ambrogio di Torino, ai piedi del monte Pirchiriano. L’altro percorso è la via ferrata di Carlo Giorda che parte da Sant’Ambrogio.
Inoltre, dalla Sacra ha inizio il sentiero dei Franchi, famoso e storico percorso escursionistico che collega l’Abbazia con l’alta valle. Per la Sacra passava anche la celeberimma via Francigena, via di pellegrinaggio che unisce Mont Saint Michel, in Francia, al Santuario di San Michele Arcangelo, in provincia di Foggia.
Per le visite, la Sacra di San Michele osserva un orario invernale e uno estivo. L’orario invernale è valido dal 16 ottobre al 15 marzo. In questo periodo, è possibile visitare la Sacra da martedì a sabato, dalle 9:30 alle 12:30 e dalle 14:30 alle 17. La domenica dalle 9:30 alle 12 e dalle 14:30 alle 17:30. Lo stesso orario è valido per i giorni festivi.
L’orario estivo è valido dal 15 marzo al 16 ottobre. In questo periodo, è possibile visitare la Sacra da martedì a sabato, dalle 9:30 alle 12:30 e dalle 14:30 alle 18. La domenica dalle 9:30 alle 12 e dalle 14:30 alle 18:30. Anche in questo caso, lo stesso orario è valido per i giorni festivi.
Il costo intero del biglietto è di 8 euro. Il ticket ridotto, valido per coloro che hanno un’età compresa tra i 6 e u 14 anni egli over 65, ha un costo di 4 euro. L’ingresso è gratuito per i minori di 6 anni. Inoltre, ogni domenica pomeriggio e nei pomeriggi dei giorni festivi, sono disponibili delle visite guidate, il cui costo è incluso nel biglietto d’ingresso.
Gli orari e le tariffe potrebbero subire delle variazioni. Per maggiori informazioni, visitare il sito internet ufficiale della Sacra di San Michele www.sacradisanmichele.com.

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here