Home Articoli HP Ospedale Mauriziano di Torino, donna salvata da tumore al fegato senza l’apertura...

Ospedale Mauriziano di Torino, donna salvata da tumore al fegato senza l’apertura dell’addome

5444
SHARE
Tempo di lettura: 1 minuto

Ospedale Mauriziano di Torino, asportato un tumore al fegato a una donna senza l’apertura dell’addome

All’Ospedale Mauriziano di Torino è stata salvata una donna affetta da tumore al fegato, mediante una tecnica molto particolare.
La paziente, una 77enne, durante la malattia aveva riportato anche diverse metastasi epatiche da tumore intestinale, di dimensioni abbastanza grandi, che toccavano anche i 7 centimetri.
La donna è stata dunque sottoposta all’asportazione di circa il 70% del fegato con l’utilizzo della tecnica laparoscopica. Si tratta di un metodo di intervento mini-invasivo, che consiste nell’asportazione del fegato malato effettuando piccole incisioni. Da qui possono passare piccolissimi strumenti, in grado di portare a termine l’operazione. Viene così evitato il classico intervento di incisione dell’addome e, di conseguenza, vengono ridotti i dolori e i tempi di di degenza e ripresa. Al momento, inoltre, circa la metà degli interventi di questo genere vengono eseguiti mediante l’impiego di questa tecnica. Una novità che ha portato il Mauriziano ad affermarsi come punto di riferimento in questo ambito per innovazione ed efficacia.
Questa operazione su tumore esteso è valsa il primo premio mondiale per il miglior intervento chirurgico epatico in video al dottor Alessandro Ferrero. Il dottore si è aggiudicato questo importante riconoscimento in occasione del XIII° Congresso mondiale dell’IHPBAAssociazione Internazionale di Chirurgia Epatobilio-pancreatica, che si è svolto recentemente a Ginevra.


Commenti

Correlato:  Torino, il mercato coperto di corso Racconigi non riapre: situazione in stand by