Home Articoli HP Torino, Reale Mutua lancia il car sharing delle auto private: la propria...

Torino, Reale Mutua lancia il car sharing delle auto private: la propria vettura noleggiata ad “estranei”

1426
SHARE

Torino, Reale Mutua lancia il car sharing delle auto private: si potrà noleggiare la propria vettura ad “estranei” con un apposito sito

Torino, Reale Mutua si prepara a lanciare a una nuova e interessante iniziativa.
La compagnia assicurativa ha deciso di cavalcare l’onda del cambiamento del trasporto urbano, specie quello dell’auto. Un bene che, ancora oggi, rimane saldamente tra le priorità dei torinesi (e degli italiani in generale), da conservare tra le proprietà. Questo a prescindere dall’avvento dei servizi di car sharing come Enjoy e Car2Go, che stanno comunque riscuotendo un buon successo.
Reale Mutua, dunque, ha cercato di sintetizzare i concetti di auto privata e car sharing lanciando un nuovo servizio: il noleggio della propria auto a privati.
Il progetto nasce dalla volontà della compagnia di investire una consistente somma di denaro per assicurarsi una partecipazione del 20% nella startup Yago. Un progetto vincente, che è stato lanciato a Bologna l’anno scorso e che vanta già ben 5mila iscritti e mille auto messe a disposizione.
L’obiettivo di Reale Mutua è quello di far decollare la piattaforma online Auting.it. Il portale permette di far incontrare coloro che ricercano il mezzo e coloro che lo mettono a disposizione, in tutta Italia e all’estero.

Ma come funziona il tutto?

Il proprietario dell’automobile deve iscriversi al sito di Auting.it. Qui può pubblicare qualche foto della macchina che intende noleggiare.
Oltre alle immagini, occorre anche aggiungere la disponibilità di tempo per la quale si intende noleggiare e il prezzo per l’utilizzo. Non solo: occorre specificare anche il chilometraggio massimo.
La consegna delle chiavi si verifica solo una volta avvenuto l’incontro tra richiedente e possessore del mezzo. Il tutto avviene con il contributo di una apposita compagnia assicurativa, in grado di tutelare il proprietario da danni derivanti da incidenti, furti o atti vandalici.

Obiettivi del progetto

L’obiettivo principale di questo progetto è quello di mettere in circolazione le numerose auto che, spesso e volentieri, rimangono ferme nei parcheggi. Si stima che la maggior parte delle vetture rimanga parcheggiata per il 90% del tempo.
Il loro inutilizzo viene trasformato in una opportunità non solo di condivisione (e quindi di utilità) per altre persone, ma anche di guadagno. I benefici diventano addirittura fonte di profitto, magari per fare fronte alle spese comportate dal mantenimento del veicolo.
Una novità che potrebbe prendere piede velocemente e riscuotere successo, così come avvenuto per altre realtà che, oggi, fanno parte della mobilità quotidiana dei torinesi.

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here