Home Articoli HP FCA Heritage realizza la Linea Diamante, un’auto rivoluzionaria disegnata da Gio Ponti

FCA Heritage realizza la Linea Diamante, un’auto rivoluzionaria disegnata da Gio Ponti

1506
SHARE
Tempo di lettura: 1 minuto

FCA Heritage realizza la Linea Diamante, un’auto rivoluzionaria disegnata da Gio Ponti: è in esposizione al Grand Basel

In occasione del Grand Basel, FCA Heritage realizza la Linea Diamante.
Si tratta di una vettura davvero speciale, disegnata nel lontani 1953 da Gio Ponti. L’architetto e designer italiano, oltre mezzo secolo fa, diede vita a un interessante progetto, che finora è stato realizzato solo in modelli in scala ridotta.
La vettura in dimensioni originali sarà disponibile in questi giorni presso la mostra nella città svizzera di Basilea, dove si tiene appunto una manifestazione che si svilupperà dal 6 al 9 settembre.
Qui sarà possibile osservare da vicino quella che, ancora oggi, è considerata dai vertici di FCA Heritage (e non solo) un’auto molto avanti per i suoi tempi. Ma quali sono i particolari di questa macchina?
Lo stile è indubbiamente riconducibile ai principi di design all’avanguardia nei primi Anni Cinquanta dello scorso secolo. L’auto fu infatti sviluppata partendo dalla forma di una goccia, resa poi più lineare e spigolosa. Dalla sagoma furono ricavati poi ampi finestrini, in modo da garantire molta luminosità all’interno dell’abitacolo. Una scelta controcorrente rispetto alle linee più gonfie e meno attente all’illuminazione interna, caratteristiche tipiche delle vetture di quell’epoca.
Salta poi immediatamente all’occhio anche l’ampiezza del bagaglio, che presenta dimensioni davvero imponenti. I paraurti, invece, sono realizzati in gomma, come furono pensati in origine.
La Linea Diamante avrebbe dovuto adottare il telaio e la meccanica dell’Alfa Romeo 1900. Perciò, Ponti si rivolse prima alla carrozzeria milanese Touring e poi alla Fiat, senza però ottenere sponde e collaborazioni. Solo vent’anni dopo, con il lancio della Renault 16 e della Volkswagen Passat, si iniziò a intravedere l’utilizzo di alcuni tratti dei suoi progetti.
Una piacevole scoperta, che mostra agli appassionati di motori una vettura all’avanguardia e rivoluzionaria per la prima volta. Un progetto leggendario, che dalla carta è passato alla realtà.
(Foto tratta da www.quattroruote.it)


Commenti

Correlato:  Viabilità: la Talpa Masha viaggia in direzione sud, ma la riapertura del sottopasso del Lingotto slitta ancora