Home Articoli HP Trasporti, a Torino il 50% dei passeggeri viaggia su mezzi elettrici: lo...

Trasporti, a Torino il 50% dei passeggeri viaggia su mezzi elettrici: lo rivela Asstra

693
SHARE
Tempo di lettura: 1 minuto

Trasporti, a Torino l’Asstra risalta le doti del trasporto pubblico locale: il 50% dei passeggeri viaggia su mezzi elettrici, emissioni ridotte notevolmente

Il settore dei trasporti, a Torino, mostra segnali molto incoraggianti dal punto di vista della mobilità pubblica.
Il capoluogo piemontese è stato sottoposto a un’analisi di Asstra (Associazione Trasporti), che ha rivelato interessanti particolarità di questo ambito nel tessuto cittadino. Dalle rilevazioni, pubblicate poi sulla rivista Tp (Trasporti pubblici), è emerso che il 50% dei passeggeri torinesi viaggia su mezzi elettrici.
Che si tratti di autobus, tram o metropolitana, un utente su due si ritrova a fare utilizzo di mezzi ad alimentazione elettrica. Il dato è ancora più confortante se si prendono in esame anche i mezzi della flotta dei bus a metano e i veicoli a basso impatto ambientale. In questo caso, la percentuale di utenti sale al 70% del totale.
Al momento, la flotta di autobus elettrici Gtt è composta da 43 mezzi. Si parla dei 20 nuovi veicoli che sono stati acquistati nel 2017 e dei 23 veicoli di 7,5 metri di lunghezza che da ormai 15 anni offrono il proprio servizio nel centro di Torino.
Entro la fine di quest’anno, inoltre, è previsto l’esordio in servizio di altri 8 autobus elettrici di dimensioni 8,7 metri, in grado di trasportare 50 passeggeri. In totale, la flotta complessiva giungerà a vantare un totale di ben 51 veicoli ad alimentazione esclusivamente elettrica, che renderà Torino la città d’Italia con il maggior numero di veicoli di trasporto pubblico con queste caratteristiche.
Dalle analisi di Asstra è emerso inoltre che, grazie ai nuovi bus elettrici (entrati in servizio a ottobre del 2017), in appena sei mesi è stato possibile realizzare un risparmio di emissioni in atmosfera di oltre 33 chilogrammi di Pm10 e di circa 450 tonnellate di Co2. Un numero impressionante, che equivale alla Co2 assorbita da 2500 alberi in 15 anni.
La rivista sulla quale gli studi sono stati pubblicati uscirà a metà settembre. Per tutti coloro che sono interessati all’approfondimento possono consultare il numero del prossimo mese.


Commenti

Correlato:  Ferrero acquista 20 brand Nestlé negli Usa: un'operazione da 2,8 miliardi di dollari