Home Articoli HP 23 agosto 1927: la morte di Sacco e Vanzetti

23 agosto 1927: la morte di Sacco e Vanzetti

2726
SHARE
Sacco and Vanzetti after they have been arrested, 20th century, United States, Washington. National archives, . (Photo by: Photo12/UIG via Getty Images)

23 agosto 1927: 91 anni fa la morte di Sacco e Vanzetti

Oggi ricorre il novantunesimo anniversario dalla morte di Sacco e Vanzetti, i due attivisti e anarchici italiani ingiustamente condannati alla pena capitale con la sedia elettrica.
Ferdinando Nicola Sacco era originario di Torremaggiore, in provincia di Foggia, mentre Bartolomeo Vanzetti nacque a Villafalletto, un piccolo paese della provincia di Cuneo.
I due erano entrambi emigrati in America per cercare fortuna, e si conobbero e incontrarono proprio negli States.
Nella notte di quel 23 agosto 1927, nel carcere di Charlestown, a Boston, nel MassachusettsNicola Sacco e Bartolomeo Vanzetti venivano giustiziati perché condannati a morte in quanto ritenuti responsabili di una rapina e di un duplice omicidio che non avevano mai commesso.
Il caso di Sacco e Vanzetti si trascinò per ben 7 anni importanti prese di posizione da parte dei personaggi più illustri dell’epoca e dimostrazioni politiche e popolari.
La giustizia americana ignorò ogni appello rifiutando qualsiasi tipo di dialogo. In quel periodo, nel Paese c’era un clima di caccia alle streghe che metteva sotto accusa gli stranieri, gli immigrati, gli eterodossi, i radicali ed i lavoratori. In questo contesto, i due emigrati italiani incarnavano i perfetti capri espiatori destinati a pagare per tutti dalla giustizia americana.
Così i due emigrati anarchici italiani, accusati della rapina di South Braintree, vennero additati come il simbolo del male e ritenuti responsabili di tutti i guai americani.
Processi viziati, testimoni corrotti e false accuse furono il leitmotiv della vicenda Sacco e Vanzetti. La loro colpevolezza è in dubbio fin dall’inizio del processo: a nulla vale la confessione di un altro detenuto che li scagiona.
Dopo cinquant’anni, il 23 agosto 1977 il governatore del Massachusetts Michael Dukakis ha riconosciuto formalmente gli errori commessi nel processo riabilitando la memoria dei due martiri innocenti restituendo alle famiglie e all’Italia un senso di giustizia che la storia gli aveva negato.
Nella giornata del 23 agosto, ogni anno, in tutti il mondo, si celebra il martirio di Nick e Bart restituendo loro la memoria dell’innocenza e della giustizia che deve animare tutti gli esseri umani perché non si ripeta un caso come quello di Sacco e Vanzetti.
(Foto tratta da Time)

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here